Probabili formazioni Serie A della 21^ giornata: ultime news dai campi

Serie A
foto @Inter

Tutte le ultime sulle probabili direttamente dagli inviati di Sky Sport. Occhi puntati sui due big match. Inzaghi recupera Correa, Fonseca perde Diawara. Juventus con possibile cambio a centrocampo ma priva di Danilo. Napoli in emergenza difensiva e senza Allan. Nell'Inter probabilmente Young subito titolare a sinistra

SERIE A, LA DIRETTA GOL

 

TORINO-ATALANTA, sabato ore 20:45

Torino, Mazzarri senza mezzo centrocampo

Ansaldi, Baselli, Rincon, Ola Aina. Potrebbe essere un’idea per la mediana del Torino. Peccato che due siano ko e due siano invece sicuri assenti. Rincon e Ola Aina infatti sono squalificati. Lukic e Meité saranno i centrali. In attacco prova a candidarsi Iago Falque ma lo spagnolo dovrà forse osservare un graduale minutaggio ‘di rientro’. Zaza è infortunato. A sinistra chance per Laxalt.

TORINO (3-4-2-1) probabile formazione: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Lukic, Meité, Laxalt; Berenguer, Verdi, Belotti.

Atalanta, Castagne out dai convocati

A Zingonia è arrivato anche Czyborra che ha iniziato subito a lavorare con i compagni. Tutti a disposizione tranne Castagne. L’esterno aveva saltato la gara contro la Spal ed è ancora da recuperare completamente (infatti non figura tra i convocati) ma il rientro dalla squalifica di Hateboer permette a Gasperini di ritrovare una formazione con 2 esterni di ruolo. In difesa Djimsiti può spodestare Caldara mentre Pasalic ‘balla’ tra centrocampo, trequarti e… panchina.

ATALANTA (3-4-1-2) probabile formazione: Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Pasalic, Gosens; Gomez; Ilicic, Zapata.


Torino-Atalanta: le probabili e le ultime

INTER-CAGLIARI, domenica ore 12:30

Inter, scocca (già) l’ora di Young?

Antonio Conte deve rimpiazzare lo squalificato Candreva. Lazaro è richiesto da un po’ di squadre (soprattutto tedesche) e magari metterlo in vetrina aumenterebbe l’appeal in caso di prestazione positiva ma la tentazione è quella di affidarsi subito a Young. Brozovic è in forse. Per il centrocampista di è trattato solo di una distorsione alla caviglia ma rischiarlo dall’inizio potrebbe peggiorare le cose. Borja Valero nel caso sarebbe in pole per un posto in mediana. Indisponibile Vecino

INTER (3-5-2) probabile formazione: Handanovic; Skriniar; de Vrij, Bastoni; Young, Barella, Borja Valero, Sensi, Biraghi; Lautaro, Lukaku.

Cagliari, Rog KO. Cacciatore ancora ai box

Rolando Maran deve ovviare a un po’ di problemi. Partiamo con le sicurezze: Simone, Joao Pedro e Nainggolan saranno regolarmente in campo a guidare i rossoblù. In mediana problemi ai flessori per Rog che salterà la sfida del ‘Meazza’ al pari di Cerri. Ionita candidato numero uno per una maglia da titolare. In difesa mancherà invece lo squalificato Pisacane. Anche per questo Maran ha provato la difesa a tre ma le condizioni di Cacciatore non sono migliorate e quindi si resta col solito schieramento con una grossa novità: in porta torna Cragno

CAGLIARI (4-3-2-1) probabile formazione: Cragno; Faragò, Walukiewicz, Klavan; Pellegrini; Nandez, Cigarini, Ionita; Nainggolan, Joao Pedro; Simeone

 

Inter-Cagliari: le probabili e le ultime

PARMA-UDINESE, domenica ore 15

Parma, Inglese operato in Finlandia

Bruttissime notizie da Parma. Roberto Inglese potrebbe aver già chiuso la propria stagione. Lesione di alto grado ai flessori della coscia destra e tempi di recupero che sembrano essere lunghissimi. Il giocatore è stato operato con successo in Finlandia. Contro l’Udinese attacco guidato da Cornelius ma resta da capire se Gervinho tornerà in tempo per la sfida. Sepe e Kulusevski sono tornati in gruppo e non dovrebbero esserci dubbio sul loro impiego. Oltre a Gervinho, anche Kucka si è allenato a parte. Non dovesse farcela, Kurtic agirà da punta esterna.

PARMA (4-3-3) probabile formazione: Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Hernani, Scozzarella, Kurtic; Kucka, Cornelius, Kulusevski.

Udinese, Gotti punta a tenere i suoi

Il mercato ruota anche attorno a un paio di nomi bianconeri. C’è chi è arrivato ai saluti (Opoku) e chi è molto corteggiato (Fofana). Gotti per la trasferta di Parma dovrebbe affidarsi ai soliti noti. In settimana, nell’amichevole con il Giorgione, si sono messi in mostra Teodorczyk e Nestorovski ma entrambi dovrebbero accomodarsi in panchina al ‘Tardini’. In difesa Becao favorito su De Maio.

UDINESE (3-5-2) probabile formazione: Musso; Becao, Ekong, Nuytinck; Larsen, Fofana, Mandragora, De Paul, Sema; Okaka, Lasagna.

SAMPDORIA-SASSUOLO, domenica ore 15

Sampdoria, Ramirez e Barreto in gruppo

Tre indisponibili per mister Ranieri. Oltre a Ferrari e Depaoli mancherà anche lo squalificato Chabot. In difesa potrebbe quindi rivedersi Tonelli. A sinistra Murru, che ha svolto in settimana lavoro differenziato (ma programmato). Quagliarella, fermato da qualche problema contro la Lazio dovrebbe riprendere il proprio posto in attacco. A centrocampo ci sarebbero anche le opzioni Barreto e Ramirez che sono rientrati in gruppo. Per loro però ci dovrebbe essere un graduale (ri)approccio al campo domenicale. Jankto febbricitante dovrebbe recuperare. Vieira in ballottaggio con Ekdal.

SAMPDORIA (4-3-1-2) probabile formazione: Audero; Bereszynski, Colley, Regini, Murru; Linetty, Thorsby, Vieira, Jankto; Quagliarella, Gabbiadini.

Sassuolo, Magnanelli in pressing. Duello sulla trequarti

Dopo la bella vittoria in rimonta, il Sassuolo vuole chiaramente proseguire sulla strada della vittoria. De Zerbi recupera solo un (ex) infortunato, Defrel che però partirà dalla panchina. Peluso confermato in mezzo. Magnanelli prova a soffiare il posto a Obiang. Stesso discorso per Djuricic che pare essere in vantaggio su Traoré.

SASSUOLO (4-2-3-1) probabile formazione: Consigli; Toljan, Romagna, Peluso, Kyriakopoulos; Magnanelli, Locatelli; Berardi, Traorè, Boga; Caputo

VERONA-LECCE, domenica ore 15

Verona, Borini si candida. Kumbulla non preoccupa

Il suo gol contro il Bologna può valergli una maglia da titolare contro il Lecce. La candidatura di Fabio Borini è forte e, complice anche la squalifica di Zaccagni l’ex Milan può davvero essere gettato nella mischia fin da subito. Dietro a Di Carmine c'è tanta concorrenza con Verre e Pessina pronti anche loro a combattere per una maglia. In difesa c’è Kumbulla con un leggero fastidio ma la sua situazione non pare preoccupare più di tanto. In attacco Pazzini dovrebbe essere usato come arma a gara in corso.

VERONA (3-4-2-1) probabile formazione: Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Pessina, Verre; Di Carmine.

Lecce, si continua con il 3-4-1-2?

Altro giro e altra squadra che si difende a 3. Dopo l’Inter tocca al Verona e Liverani potrebbe decidere di continuare con lo schieramento visto contro i nerazzurri. Il ballottaggio quindi riguarda il sistema di gioco. Con la linea a 4 ci sarebbe Tachtsidis in mezzo, in caso contrario Donati e Rispoli agirebbero da esterni alti. Pochi dubbi su Mancosu e Babacar. L’altra maglia in attacco se la giocano Falco e Lapadula. Farias e Calderoni hanno continuato a lavorare a parte.

LECCE (3-4-1-2) probabile formazione: Gabriel; Lucioni, Rossettini, Dell'Orco; Donati, Deiola,  Petriccione, Rispoli; Mancosu; Babacar, Lapadula.

ROMA-LAZIO, domenica ore 18

Roma, out Diawara. Kolarov dalla panchina

“Speriamo di poter riavere Perotti contro la Lazio”. Queste le parole di Paulo Fonseca prima della sconfitta in Coppa Italia contro la Juventus. Gli uomini restano abbastanza contati e tra venerdì e sabato mattina sapremo come sta Perotti. Roma in ansia anche per Diawara che ha un problema al ginocchio: oggi si è sottoposto a controlli medici per valutare la sua condizione. Si teme uno stop lungo. Con la Lazio giocherà Cristante. Per il resto Santon e Spinazzola, protagonisti contro il Genoa, potrebbero essere riproposti. Kolarov torna dalla squalifica ma al momento è dato per panchinaro. Senza Perotti dentro Kluivert a meno di sorprese clamorose targate Fonseca.

ROMA (4-2-3-1) probabile formazione: Pau Lopez; Santon, Mancini, Smalling, Spinazzola; Veretout, Cristante; Under, Pellegrini, Kluivert; Dzeko.

Lazio, ottimismo Luis Alberto. Correa in gruppo

Dopo l’eliminazione in Coppa Italia, la Lazio cerca di continuare la propria serie di vittorie consecutive in campionato. I due nomi da tenere d’occhio sono quelli di Luis Alberto e Correa. Il primo non è al 100% ma Inzaghi (e lo staff medico) contano di averlo abile e arruolabile (da titolare) nella sfida di domenica. Capitolo Correa: alla ripresa degli allenamenti ‘El Tucu’ ha partecipato solo alla fase di riscaldamento ma giovedì è rientrato in gruppo e sarà a disposizione. Giocherà però dall'inizio? Il ballottaggio con Caicedo c'è eccome ma le ultime da Formello dicono che Correa alla fine potrebbe strappare una maglia da titolare. Dietro ballottaggio Luiz Felipe-Patric.

LAZIO (3-5-2) probabile formazione: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.
 

Roma-Lazio, le probabili e le ultime

NAPOLI-JUVENTUS, domenica ore 20:45

Napoli, Allan non ci sarà

La vittoria in Coppa Italia conto la Lazio può rappresentare una svolta per il Napoli di Gattuso che nel posticipo riceve la Juve capoclassifica. In porta si rivede Meret; in difesa torna a disposizione Mario Rui (di rientro dalla squalifica). Hysaj quindi giocherà a destra con Di Lorenzo centrale. In mediana Allan era rimasto fuori contro la Lazio e la situazione non è cambiata in vista della Juventus. Il brasiliano, oltre ad essere infortunato, ha chiesto e ottenuto un permesso lampo per volare in Brasile. In attacco Lozano spera ma al momento Callejon-Milik-Insigne pare essere il tridente favorito. Senza Allan può toccare anche in campionato a Demme.

NAPOLI (4-3-3) probabile formazione: Meret; Hysaj, Di Lorenzo Manolas, Mario Rui; Zielinski, Demme, Fabian Ruiz; Callejon, Milik, Insigne.

Juventus, emergenza? C’è Matuidi

Infortunio muscolare per Danilo nella sfida di Coppa Italia. Le corsie esterne rischiano di diventare un problema per Maurizio Sarri che però ha già una possibile soluzione d’emergenza: “Siamo rimasti con Cuadrado che veniva dall’influenza e con Alex Sandro che aveva un problema sul muscolo trasverso – ha dichiarato Sarri al termine del match contro la Roma – Potrebbe giocare Matuidi come terzino in caso di necessità”. Gli esami ai quali si è sottoposto Danilo ci dicono che l'esterno mancherà sicuramente a Napoli. Tra 10 giorni ci saranno nuovo controlli medici. In mediana si è rivisto un ottimo Bentancur che si candida per un posto. Là davanti coppia probabile Dybala-Higuain.

JUVENTUS (4-3-1-2) probabile formazione: Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Rabiot; Ramsey; Dybala, Ronaldo.
 

Napoli-Juventus, le probabili e le ultime

SERIE A: SCELTI PER TE