Serie A, 16^ giornata: presentazione, numeri, curiosità e statistiche

Serie A
©LaPresse

Serie A in campo per nel giorno dell'Epifania. Tutte e dieci le gare in programma mercoledì 6 gennaio. Si parte alle 12.30 con Cagliari-Benevento. Alle 15 vanno in campo Inter, Roma, Atalanta e Lazio. Alle 18 il Napoli attende lo Spezia. Il posticipo delle 20.45 è a San Siro: c'è Milan-Juventus. Numeri e curiosità delle sfide in calendario

MILAN-JUVE LIVE

Cagliari-Benevento, mercoledì 6 gennaio, ore 12:30

Solo due incroci in Serie A, vinti entrambi dai sardi per 2-1. La squadra di Eusebio Di Francesco non vince però da otto turni in campionato (solo lo Spezia non trova la vittoria da così tanto tempo) e arriva da due ko di fila. Il Benevento invece cerca per la prima volta la seconda vittoria consecutiva in trasferta in Serie A dopo il 2-0 sull'Udinese del 23 dicembre. Occhio ai tiri dalla distanza: nessuno segna così tanto in questa modalità come la squadra di Inzaghi, con 5 reti su 17 complessive. Fari puntati su Joao Pedro, che può andare in doppia cifra per la seconda volta in un singolo campionato di Serie A: è a quota 9.

Atalanta-Parma, mercoledì 6 gennaio, ore 15

leggi anche

Idea Papu per la Juve, ma deve uscire Bernardeschi

Il passato recente sorride ai bergamaschi, vittoriosi nelle ultime quattro sfide realizzando 13 reti. L'unica vittoria del Parma nelle ultime 12 partite giocata in casa dell'Atalanta è uno 0-4 del febbraio 2018. La squadra di Liverani è quella che per più incontri di questo campionato non ha trovato il gol (sette) mentre Luis Muriel è il giocatore con la miglior media gol con un singolo allenatore in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria: una rete ogni 63 minuti con Gasperini in panchina. Gara da ex per Andreas Cornelius: 23 presenze e tre reti nel 2017/18 con l'Atalanta.

Bologna-Udinese, mercoledì 6 gennaio, ore 15

Sfida numero 71 tra i due club in Serie A. Negli ultimi 11 incroci, l'Udinese ha vinto ben sette volte. Il Bologna invece ha registrato quattro pareggi consecutivi in Serie A per la prima volta dall'aprile 2013. Curiosità: gli ultimi sei gol dell’Udinese in Serie A sono stati segnati da sei giocatori differenti e l’ultima volta che i friulani hanno messo a segno sette reti consecutive con sette giocatori diversi è stata nel marzo 2019. Rodrigo Palacio è andato a segno in entrambe le sfide giocate da titolare contro l’Udinese in A con la maglia del Bologna.

Crotone-Roma, mercoledì 6 gennaio, ore 15

leggi anche

Roma su Celik, il Lille chiede almeno 15 milioni

Appena quattro precedenti tra le due squadre, con sole vittorie della Roma e nessuna rete del Crotone. La squadra di Stroppa cerca la terza vittoria di fila in casa dopo Spezia e Parma, filotto mai verificato nel massimo campionato. Di fronte ci sarà però una Roma che ha vinto più di tutti nelle ultime 10 partite, ben 7. Attacchi a confronto: Junior Messias è autore di quattro delle sei reti interne segnate dal Crotone da inizio novembre, mentre Edin Dzeko è andato a segno in tutte le ultime tre gare di Serie A e può realizzare gol in più gare di fila nella competizione per la prima volta da ottobre 2017, quando arrivò a cinque.

Lazio-Fiorentina, mercoledì 6 gennaio, ore 15

Ben 142 i precedenti in A tra le due squadre.  La Fiorentina è la squadra contro cui la Lazio ha vinto più partite (54) nel massimo campionato. Completano il quadro 46 successi viola e 42 pareggi. L'ultimo successo della Fiorentina contro la Lazio in Serie A risale al maggio 2017. Dopo il successo per 3-0 contro la Juventus, la squadra di Prandelli potrebbe tenere la porta inviolata per due trasferte di fila in A come non accade da dicembre 2018. Luis Alberto della Lazio ha preso parte a sette reti (3 gol e 4 assist) in sei sfide contro la Fiorentina: è la sua vittima preferita. 

Sampdoria-Inter, mercoledì 6 gennaio, ore 15

leggi anche

L'Inter valuta il ritorno di Eder: primi contatti

L'Inter ha vinto tutte le ultime sei partite di A contro la Sampdoria; solo a cavallo degli anni '40 e '50 i nerazzurri hanno registrato sette successi consecutivi contro i blucerchiati. La squadra di Ranieri va in gol da a 15 partite interne consecutive di Serie A, mentre quella di Conte viene da otto vittorie di fila in campionato: solo una volta ha fatto meglio, con 17 successi tra ottobre 2006 e febbraio 2007. Sfida da ex per Antonio Candreva, 124 partite e 12 reti con l'Inter, che è anche la vittima preferita del centrocampista (cinque reti). Lautaro Martinez, 9 reti sin qui in campionato, va a caccia della doppia cifra, già toccata da Lukaku: all'Inter non accade di avere due giocatori oltre i 10 gol dopo 16 turni dalla stagione 1958/59.

Sassuolo-Genoa, mercoledì 6 gennaio, ore 15

Sono 14 i precedenti, con una sola vittoria ligure al Mapei Stadium: aprile 2016, 0-1 con gol di Dzemaili. La squadra di De Zerbi, ko contro il Milan nell'ultimo impegno casalingo, deve evitare il secondo ko di fila in casa come non avviene da ottobre 2019. Con Ballardini in panchina, il Genoa ha ottenuto il successo nelle ultime due trasferte di Serie A (2-1 a Frosinone nel settembre 2018 e 2-1 contro lo Spezia lo scorso dicembre): l'allenatore non ha mai vinto tre gare esterne di fila nella competizione. Domenico Berardi ha preso parte a 10 gol in A contro il Genoa: solo contro il Milan (12) ha fatto meglio.

Torino-Verona, mercoledì 6 gennaio, ore 15

leggi anche

Il Torino si muove per Kouame, piace anche Duncan

Risale al febbraio 2015 l'ultimo successo (3-1) del Torino contro il Verona in Serie A; da allora, una vittoria gialloblù e ben cinque pareggi. Dopo il 3-0 contro il Parma nell'ultimo turno, i granata potrebbero ottenere due successi di fila in A per la prima volta da gennaio 2020. La squadra di Giampaolo, imbattuto contro l'Hellas, è rimasta senza successi nelle prime sette partite interne di campionato per la prima volta nella sua storia. Il Verona ha invece vinto tre delle ultime quattro trasferte. Le gare della squadra di Juric sono quelle che hanno visto meno gol in media a partita in questa Serie A: due.

Napoli-Spezia, mercoledì 6 gennaio, ore 18

Di fronte al San Paolo due squadre che si sono affrontate sin qui solo in B e Coppa Italia, con cinque vittorie del Napoli, tre dello Spezia e due pareggi. L'ultimo segno X in Serie A del Napoli contro una squadra neopromossa risale al 2-2 contro il Pescara dell'agosto 2016; da allora 23 vittorie e due sconfitte. Dopo aver raccolto sette punti nelle prime quattro trasferte, lo Spezia ne ha ottenuto solo uno nelle tre più recenti. Occhi su Lorenzo Insigne, che ha preso parte a sei reti nelle sue ultime sei presenze in campionato (quattro gol, due assist): solo Cristiano Ronaldo, Immobile e Lautaro Martínez a sette hanno fatto meglio.

Milan-Juventus, mercoledì 6 gennaio, ore 20:45

approfondimento

Milan-Juve, i doppi ex degli ultimi 50 anni

La sfida di San Siro completa il programma della 16^ giornata. Sono 85 i confronti in casa del Milan, con 29 vittorie rossonere, 23 dei bianconeri e 33 pareggi. Dopo il 4-2 dello scorso luglio, il Milan potrebbe vincere due partite di fila in A contro la Juve per la prima volta dal 2010. L'ultimo pareggio A risale al febbraio 2012: da allora tre vittorie rossonere e 13 piemontesi. Il 41% delle vittorie del Milan negli anni 2000 in A è arrivata con Andrea Pirlo in campo. Inoltre, da ex l'attuale allenatore della Juve ha ottenuto cinque successi in sette precedenti (1N, 1P). Contro il Benevento, Rafael Leao è diventato il il secondo straniero più giovane a raggiungere 10 gol con il Milan in campionato. Di fronte avrà il connazionale Cristiano Ronaldo, a segno 14 volte nella A 2020/21: il 64% dei gol dell’attaccante bianconero è stato segnato in trasferta.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.