user
16 luglio 2018

Cesena, il fallimento è realtà: niente ricorso e addio serie B. Riparte dalla D. Salta anche la Reggiana

print-icon

Una brutta giornata per il calcio dell'Emilia-Romagna che perde due società storiche. Il primo ad arrendersi è il Cesena: il CdA ha aderito all'istanza di fallimento. Ripartirà dai Dilettanti. Stessa sorte per la Reggiana che non si iscriverà al prossimo campionato di serie C

IL CESENA VERSO IL FALLIMENTO. L’AGENZIA DELLE ENTRATE BOCCIA PIANO DI RIENTRO

CESENA, ERARIO HA BOCCIATO ANCHE LA TERZA PROPOSTA DI TRANSAZIONE

Poche righe sul sito ufficiale cancellano 78 anni di storia del Cesena, tra cui 13 anni di Serie A. L'agonia della società del cavalluccio finisce oggi, con un comunicato del club guidato fino all'ultimo dal presidente Giorgio Lugaresi che ha tentato in ogni modo di salvare i bianconeri. La situazione era però drammatica: 73 milioni di euro il debito complessivo. Una cifra monstre che ha portato oggi al fallimento della società romagnola. 

Il Cesena si arrende

Non presenterà ricorso (aveva tempo fino alle 19 di questa sera) per iscriversi alla serie B dopo che la Covisoc ne aveva bocciato la richiesta di iscrizione. La società ha comunicato infatti comunicato di aver aderito all'istanza di fallimento avanzata dalla Procura della Repubblica di Forlì. L'udienza del fallimento è fissata per il 9 agosto.

In mattinata la società ha cercato un ultimo disperato tentativo, servivano 6 milioni per rientrare in gioco per l'iscrizione, ci sono stati nuovi contatti anche con la banca d'affari inglese che da giovedì scorso, con una richiesta scritta, si era mostrata interessata a rilevare la società.

Finisce così un'avventura di glorioso calcio di provincia: nel giro di pochissimi giorni i giocatori saranno tutti svincolati, alcuni si stanno già allenando con formazioni dove potrebbero presto militare.

Il 20 luglio scade il bando indetto dal sindaco Paolo Lucchi per trovare gruppi disposti a fondare una nuova società che possa ripartire dalla serie D.

Game over Reggiana

Stesso triste epilogo è toccato ai granata di Mike Piazza che oggi hanno gettato la spunta, comunicando che “non presenteranno ricorso in merito all’esclusione dal campionato di serie C, poiché sono caduti i presupposti per la cessione del pacchetto di maggioranza al gruppo referente a Pablo Victor Dana".

Anche in Emilia si è provato un salvataggio in extremis, ma il finale non è stato quello sperato. Ora il club dovrebbe ripartire dai Dilettanti.

Serie B 2017-2018, tutti i video

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi