Spezia-Frosinone 2-0: decidono Gudjonsen e Bidaoui

Serie B

Allo stadio Picco, i padroni di casa vincono e salgono a 15 punti. Il Frosinone spreca l'occasione per proiettarsi in zona playoff

Spezia-Frosinone 2-0 (rivivi la partita minuto per minuto)

26' Gudjohnsen, 90' Bidaoui

 

Spezia (4-3-3): Scuffet; Ferrer, Erlic (78' Terzi), Capradossi, Ramos; Maggiore, Bartolomei, Mastinu (70' Acampora), Bidaoui, Gudjohnsen, Ricci. All. Italiano

Frosinone (3-5-2): Bardi; Brighenti, Capuano, Krajnc; Zampano (81' Citro), Gori, Maiello, Haas (61' Matarese), Beghetto; Ciano (46' Novakovich), Dionisi. All. Nesta

Ammoniti: Bartolomei (S), Dionisi (F), Brighenti (F), Gudjohnsen (F), Matarese (F)

Arbitro: Rapuano

 

Allo stadio Picco lo Spezia vince 2-0 sul Frosinone e risale dal terzultimo posto in classifica.
L’avvio sorride agli ospiti, che colpiscono subito un palo con un destro a incrociare di Dionisi. Dopo questo spavento iniziale, la squadra di Vincenzo Italiano esce dal guscio, e comincia a giocare la propria partita. Il primo tentativo è del classe 2001 Mastinu, che impegna Bardi da fuori. Il portiere scuola Inter compie diversi interventi importanti nel corso del match, ma sbaglia al 28’: su tiro da distanza ravvicinata di Gudjohnsen, il suo intervento imperfetto lascia entrare in rete il pallone. Per l’islandese, classe 1998, si tratta del primo gol in questa Serie B.
Bardi si prende la sua rivincita, respingendo con un intervento super un colpo di testa proprio di Gudjohnsen. Sempre l’attaccante islandese spreca una ottima palla-gol, mandando alto col destro dal limite, liberato dalla sponda di petto di Ricci.
Nella ripresa, Alessandro Nesta prova a cambiare qualcosa per dare un volto nuovo al Frosinone. Ciano lascia il posto a Novakovich, che dimostra maggiore vitalità. Una buona occasione capita però sui piedi di Haas, che colpisce nuovamente il palo da ottima posizione.
Lo Spezia subisce e risponde colpo su colpo. La gioia di Bidaoui dura pochi secondi, il tempo di accorgersi della bandierina alzata del guardalinee. L’attaccante belga, naturalizzato marocchino, diventa il grande protagonista dell’ultima mezz’ora. Al 74’ impegna Bardi con un destro insidioso da fuori, respinto di pugno.
Al 85’, dopo uno scambio in area di rigore con un Gudjohnsen in serata di grazia, prova destro verso il palo più lontano, deviato in angolo. Ma l’appuntamento col gol è rimandato all’ultimo minuto.
Proprio quando scocca il 90’, Bidaoui, ricevendo sulla corsa, va via alla difesa, supera anche Bardi e appoggia in rete a porta vuota. Un gol che rappresenta il giusto premio dopo una grande prestazione.
Con questo successo, lo Spezia si allontana dalla zona ‘calda’ della classifica, salendo a quota 15 punti. Il Frosinone, fermo a 17, perde l’occasione per agganciare Pescara e Ascoli al quinto posto.

I più letti