Juve, Paratici spiega la scelta Sarri e gli obiettivi di calciomercato. VIDEO

CalcioMercato

Il ds bianconero spiega la scelta di Sarri: "Idee chiare dall’inizio. Abbiamo scelto Sarri perchè pensiamo sia il migliore allenatore per la Juventus in questo momento, come lo sono stati in passato Conte e Allegri". Sul mercato: "Pogba ci ha dato tanto, ma è allo United. Rabiot? Facciamo la nostra corsa"

SARRI, IL TESTO INTEGRALE DELLA PRESENTAZIONE

SUL NAPOLI - SULLA CHAMPIONS - SUL MODULO

IN TUTA IN PANCHINA? LA BATTUTA

CALCIOMERCATO LIVE, TUTTE LE NOTIZIE

"Avevamo le idee chiare sin dall'inizio, ma tra grandi club bisogna rispettare i tempi. Il gioco non è stato centrale nella motivazione di cambiare". Fabio Paratici ha spiegato così la scelta della Juventus di puntare su Maurizio Sarri come successore di Massimiliano Allegri sulla panchina bianconera. "Abbiamo scelto Sarri - le parole del ds bianconero - perchè pensiamo sia il migliore allenatore per la Juventus in questo momento, come lo sono stati, nei rispettivi momenti, Conte e Allegri. Sarri era la prima scelta sin dall'inizio. La scelta di cambiare allenatore è stata fatta perché pensiamo che la spinta propulsiva che si era creata in questi anni poteva affievolirsi".

La conferenza di presentazione del nuovo allenatore bianconero ha rappresentato anche l'occasione per fare il punto su due nomi che la Juventus segue con grande attenzione sul mercato. Il primo è quello di Paul Pogba, che a Torino ha giocato dal 2013 al 2016 e potrebbe lasciare il Manchester United in quest'estate: "Pogba è del Manchester United, è stato da noi tanti anni, gli vogliamo bene - la risposta di Paratici - l'abbiamo fatto crescere bene, lui ci ha dato tanto, è diventato campione del mondo però ora è un giocatore dello United". Un altro profilo seguito con attenzione è quello di un connazionale di Pogba, Adrien Rabiot. Il centrocampista classe 1995 andrà in scadenza di contratto con il PSG e anche i bianconeri sono tra i club che lo seguono: "Ci sono tante squadre che vogliono Rabiot - l'ammissione di Paratici - noi facciamo la nostra corsa, ci confrontiamo ogni giorno con Maurizio e poi arriveremo a trovare le soluzioni più giuste per costruire la squadra più appropriata secondo le idee e i desideri dell'allenatore".

I più letti