Milan, si presentano Kjaer e Begovic: "Grande opportunità, Ibra è un trascinatore"

Calciomercato
acmilan.com

Prime parole da rossoneri per il difensore e il portiere, arrivati nel mercato di gennaio. Kjaer: "Maldini un idolo per me, possiamo fare bene. Ho trovato un gruppo motivato. Ibrahimovic stimolo per tutti". Begovic attratto dalla Serie A: "Non trovo grandi differenze con la Premier League, Donnarumma è un grande"

MILAN-UDINESE LIVE

Uno ha già esordito con la maglia rossonera, l'altro non vede l'ora di farlo. Giornata di presentazioni in casa Milan per il difensore danese Simon Kjaer e il portiere bosniaco con passaporto canedese Asmir Begovic. Il primo ha già giocato 82 minuti in maglia rossonera nella partita vinta per 3-0 in Coppa Italia con la Spal ed è arrivato in squadra con la formula del prestito in diritto di riscatto dal Siviglia. Prestito secco invece per Begovic, il cui cartellino è di proprietà del Bournemouth. "Un sogno e un grande onore - sono state le parole usate dai due per definire la possibilità di vestire la maglia rossonera - in questo club con un’incredibile storia".

Simon Kjaer si presenta da difensore del Milan: ha già esordito contro la Spal in Coppa Italia - acmilan.com

Kjaer: "Maldini un idolo, Ibra stimolo per tutti"

Il difensore danese, in Italia già con Palermo e Roma, ha parlato della prima parte di stagione a Bergamo: sull'Atalanta: "Sono arrivato l'ultimo giorno di mercato e qualcosa non è andato a livello tattico. C'è stata questa possibilità del Milan ma devo dire grazie all'Atalanta che mi ha fatto andare. E' una società ottima con il mister a livello tattico non sono andate bene le cose". Proprio con l'Atalanta Kjaer era stato di casa a San Siro in Champions: "Ho già giocato qui, è uno degli stadi più belli del mondo, con una grande atmosfera. Una cosa speciale". Bocca cucita sulla possibilità di incrociare Eriksen nel derby di Milano ("Di questo non voglio parlare") ma grande attesa per la sfida all'Inter: "Il derby è una cosa magnifica, sarà bello aggiungere questa esperienza". Parole speciali sono quelle per Paolo Maldini:  "E' sempre speciale quando un idolo ti chiama e ti chiede di venire al Milan. La carriera di Maldini merita il massimo rispetto ed è stato anche gentile con me. Un piacere conoscerlo, è un sogno essere qui. L'obiettivo è rimanere e dare una mano alla squadra. Voglio dare una mano, ho fatto tante partite di livello internazionale e voglio aiutare i più giovani". Nessun dubbio anche sul capitolo Ibrahimovic, avversario in tanti scontri di gioco in passato e oggi compagno di squadra: "L'ho incrociato in carriera, abbiamo avuto le nostre guerre sul campo - l'ammissione di Kjaer - ora tra di noi non c'è nessun problema, parliamo tranquillamente e abbiamo gli stessi obiettivi per aiutare il Milan. La sua presenza è uno stimolo per tutti, la sua carriera parla per lui". Idee chiare sulle potenzialità del Milan: "Dobbiamo lavorare ogni giorno e migliorare ogni giorno. C'è tanta qualità, c'è Ibrahimovic che da qualcosa in più al gruppo sul campo e mentalmente. Dobbiamo migliorare ogni giorno e sperare di fare il massimo possibile".

Asmir Begovic, prima esperienza in Italia per lui - acmilan.com

Begovic: "Donnarumma fortissimo, sono qui per aiutarlo"

Se Kjaer rappresenterà la prima alternativa a Musacchio e Romagnoli nel cuore della difesa, Begovic sarà il secondo di Gianluigi Donnarumma, ereditando il ruolo di Pepe Reina: "Spero di aiutare la squadra nel miglior modo possibile - le parole dell'esperto portiere - Gigio è un portiere fortissimo, mi ha dato un gran benvenuto. Sono qui per aiutarlo perchè è uno dei migliori al mondo". Una vita in Inghilterra, con i passaggi per La Louviere e Qarabag nel mezzo, ma tante attese per il calcio italiano: "Me ne hanno parlato bene, ho molti amici che hanno giocato qui, ci sono tifosi appassionati. C'è un gran livello tecnico e non credo ci sia grande differenza con la Premier. Non vedo l'ora di iniziare". Con Ibra dalla propria parte: "Zlatan è un vincente, serve per aiutare il club, il suo contributo sarà fondamentale". Vice-Donnarumma, ma in grado di farsi trovare pronto: "Voglio dare tutto per questa società - spiega Begovic - sarà un piacere giocare qui. Ora voglio portare qualità al Milan, guardo al futuro. I piani li vedremo con il tempo ora voglio dare il massimo. "E' stato incredibile il benvenuto che mi hanno dato tutti. Non vedo l'ora di vedere che succederà e aiutare il club ad andare più in alto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche