Cristiano Ronaldo dal ritiro del Portogallo: "Futuro? Alla Juve o via sarà per il meglio"

Calciomercato
©Getty

Alla vigilia dell'esordio all'Europeo, il fuoriclasse portoghese non si sbilancia sul suo futuro: "Ho giocato al massimo per anni, ora ne ho 36. Qualsiasi cosa succederà in futuro sarà per il meglio, a prescindere dal fatto che resterò alla Juve o andrò via"

UNGHERIA-PORTOGALLO LIVE

Il contratto con la Juve in scadenza tra un anno e un futuro ancora decidere. Pensieri, però, rimandati a più in avanti, ora la concentrazione di Cristiano Ronaldo è tutta all'esordio a Euro 2020 con il suo Portogallo che martedì alle 18 – in diretta su Sky Sport Football (satellite, digitale terrestre e internet) e Sky Sport 251 (satellite e internet)  –  sfiderà l’Ungheria. "Gioco ad altissimi livelli da tanti anni, le voci sul futuro non mi influenzano, non mi fanno neanche il solletico. Se fossi agli inizi della mia carriera, se avessi 18 o 19 anni, forse non ci dormirei la notte. Ma ho 36 anni e qualsiasi cosa succederà in futuro sarà il meglio. Non importa se rimarrò alla Juve o se andrò via, quello che conta ora è l'Europeo. È il mio quinto, ma è come se fosse il primo. Voglio cominciare col piede giusto, vogliamo giocare bene e dare tutto dalla prima all'ultima partita", ha affermato il fuoriclasse portoghese in conferenza stampa.

"Rivincere l'Europeo conta più dei record"

leggi anche

Mendes a Milano ma non ha parlato di CR7 con Juve

Ronaldo che è pronto a disputare il suo quinto Europeo, un record: nessuno infatti ha mai partecipato a cinque Europei, ma la stella del Portogallo pensa soprattutto a bissare il successo del 2016. "Questo record è bello, ma la cosa più importante è vincere il secondo Europeo di fila". Focus sull’esordio contro l’Ungheria: “Stiamo lavorando bene dal primo allenamento, siamo una squadra forte, siamo pronti. Domani spero che cominceremo con il piede giusto. È importante cominciare con una vittoria", ha aggiunto CR7. Portogallo che giocherà  a Budapest, con la Puskas Arena aperta al 100% con circa 60mila spettatori attesi: "Il pubblico sarà dalla loro parte, ma sarà bello giocare davanti a tanti tifosi. La nostra squadra è giovane ma sono convinto che faremo un grande Europeo", ha concluso il portoghese.

"Peccato per Cancelo, ma il Covid non sarà fattore determinante"

approfondimento

Cancelo positivo, il Portogallo convoca Dalot

L’attaccante della Juventus ha risposto così alle domande sul suo ruolo preferito in campo: "Mi sento a mio agio a giocare davanti, come sempre. A sinistra, a destra, davanti, dietro, ovunque sia meglio per aiutare la squadra a vincere, questa è la cosa più importante, indipendentemente dal fatto che io giochi nella posizione che più mi piace. Qualsiasi posizione mi va bene. L'importante è vincere e aiutare la mia nazionale". Ronaldo che ha commentato così l’addio al gruppo portoghese di Joao Cancelo (al suo posto è stato chiamato Diogo Dalot, nell’ultima stagione al Milan) perché positivo al coronavirus. "Il Covid non sarà un elemento determinante in questo Europeo. È un peccato che Joao Cancelo sia positivo ma siamo tranquilli in squadra. Di Covid nemmeno parliamo, non ne possiamo più, non solo noi giocatori. Tutta la gente del mondo è stanca. Sappiamo come conviverci, questa è una situazione triste ma siamo concentrati. Siamo pronti, niente ci scuote, qualsiasi cosa succeda fuori non ci tocca. Rispettiamo ogni regola ma siamo concentrati solo sul calcio, non parliamo di altro".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche