Formula 1: Ricciardo-Verstappen, testa al Mondiale: i nuovi caschi

Formula 1
combo_f1

Sui canali social dei piloti e del team Red Bull, svelati i caschi che l'australiano e il belga-olandese indosseranno al via del Mondiale. Canguri e diavolo della Tazmania per Daniel in vista della gara d'esordio, il 25 marzo, a Melbourne. La RB14, nuova monoposto della scuderia anglo-austriaca, sarà presentata online il 19 febbraio

LA PRESENTAZIONE DELLA WILLIAMS FW41 LIVE

LA FORMULA 1 IN ESCLUSIVA SU SKY PER I PROSSIMI 3 ANNI

MONOPOSTO: COSA CAMBIA - PILOTI 2018 E NUMERI - PRESENTAZIONI

LE NOVITA' NELLA F1 2018

Proseguono le manovre di avvicinamento della Red Bull Racing al prossimo Mondiale di Formula 1. Se nei giorni scorsi il team anglo-austriaco ha affidato ai piloti il racconto del lavoro fatto durante la pausa invernale, con uno sguardo ai test e alle novità che attendono tutte le scuderie in pista, stavolta è toccato agli stessi Daniel Ricciardo e Max Verstappen mostrare qualcosa di più in vista della stagione che si aprirà il 26 febbraio con i test di Barcellona e proseguirà con le altre sessioni di collaudi fino al primo via del campionato, il 25 marzo a Melbourne. L'australiano e il belga-olandese hanno svelato i nuovi caschi attraverso un video pubblicato sui social e sul canale You Tube del team. È il primo passo verso unveiling della monoposto, la RB14, in programma il 19 febbraio. La presentazione verrà effettuata online e seguita in tempo reale da skysport.it anche attraverso la nostra App.

SULLA TESTA DI RICCIARDO

Il casco di Ricciardo per l'esordio "casalingo" è ovviamente dedicato alla sua Australia. "Siamo pronti per la nuova stagione e questo è il mio 'helmet' - dice il 28enne nato a Perth -. Sulla parte superiore c'è una mappa dell'Australia con alcuni dei suoi simboli principali, come il canguro e il dingo". Un simpatico animale compare anche nella parte bassa, all'altezza del collo: si tratta del diavolo della Tazmania, noto grazie ai cartoni animati ma anche per un carattere piuttosto aggressivo. Poco sopra campeggia la scritta “Straya mate”, dove Straya è l'abbreviazione di Australia e mate è una parola usata per apostrofare chiunque da quelle parti. Traducibile con "amico o compagno" e paragonabile al nostro "zio", un'espressione oggi piuttosto diffusa tra i più giovani quando si salutano.

...E SU QUELLA DI VERSTAPPEN

Graficamente appare molto più essenziale il casco di Max Verstappen. "Dominano il blu scuro e il rosso, non ci sono grossi cambiamenti rispetto al passato. Ma sono molto contento", sottolinea il 20enne di Hasselt. Sulla parte superiore è raffigurato un leone rosso e stilizzato, ma anche questa non è una novità per Max. Il felino, tra i simboli dei Paesi Bassi, è diventato un vero marchio del pilota, proprio come le iniziali "MV" che s'incrociano e sono presenti anche sul (primo) casco 2018.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.