Formula 1, conferenza dal GP Bahrain con Raikkonen, Alonso e Bottas

Via al lungo weekend dI sAKHIR con la conferenza piloti. Raikkonen: "Possiamo migliorare, ma stiamo lavorando bene". Alonso: "Vorrei una F1 come serie più imprevedibili". Bottas medita il riscatto dopo un esordio horror a Melbourne. Qualifiche sabato dalle 17.00 (pre dalle 16.00) e gara domenica dalle 17.10 (pre dalle 15.30) in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD canale 207 e con SkyQ l'incredibile definizione del 4K HDR

Gli approfondimenti in Reparto Corse F1 ogni lunedì alle 14.30 su Sky Sport24 (canale 200)

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DEL GP BAHRAIN LIVE

1 nuovo post

Sakhir, il meglio del Day-1

 

Conferenza stampa, il punto

Non è stata certo una conferenza stampa scoppiettante quella che ha aperto il Gran Premio del Bahrain, seconda prova del Mondiale di F1 2018. Alle domande dei giornalisti hanno risposto Kimi Raikkonen (Ferrari), Fernando Alonso (McLaren) e Valtteri Bottas (Mercedes).  Al di là di un punto su quello che è stato il precedente impegno a Melbourne, i piloti si sono soffermati sull'appuntamento che nelle prossime ore ci sarà con Liberty Media, ovvero la proprietà della F1. Sono attese novità, ma il solo Alonso ha individuato e descritto ciò che vorrebbe nella "sua" Formula 1. "Mi piacerebbe vedere una battaglia più ravvicinata. Ho rivisto in tv una gara del '90 e, a parte le prime 4 macchine, tutte le altre erano state doppiate. Se guardiamo ora altre serie, c'è imprevedibilità. Qui, invece, potremmo scrivere l'ordine della pole già da ora". Lo spagnolo, quinto in Australia, ha poi detto di avere sensazioni positive sulla McLaren motorizzata Renault, facendo riferimento anche a gare del passato che lo hanno visto in pista con monoposto spinte dal propulsore francese. Dopo il podio (terzo posto) all'esordio, guarda avanti (ma non troppo) anche Raikkonen: "Come faccio a fare previsioni per domenica? L'obiettivo è sempre lo stesso, fare meglio in ogni gara. E' stato un weekend lineare in Australia, avremmo potuto fare di più. Ma ogni volta è lo stesso, c'è sempre qualcosa su cui migliorare". Ha sicuramente voglia di riscatto Bottas dopo una prima gara stagionale tra penalità e una rimonta mai iniziata.

Di seguito tutte le dichiarazioni dei piloti nella conferenza di Sakhir
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
Raikkonen: "Che gara sarà? Non so, faremo del nostro meglio"
- di Redazione SkySport24
Bottas: "La storia parla chiaro, la Ferrari sempre bene in Bahrain"
- di Redazione SkySport24
 
- di Redazione SkySport24

Terminata la conferenza stampa dei piloti

- di Redazione SkySport24
Alonso: "Siamo vicini alle Red Bull con motore Renault. Tutto può accadere in gara, io ne ho vinto nel 2008 con Renault..." 
- di Redazione SkySport24
Alonso: "Io vorrei vedere una battaglia più ravvicinata. Ho rivisto in tv una gara del '90 e , a parte le prime 4 macchine, tutte le altre erano state doppiate. Se guardiamo ora altre serie, c'è imprevedibilità. Qui, invece, potremmo scrivere l'ordine della pole già da ora" 
- di Redazione SkySport24
Raikkonen: "Perché dovrei darvi una lista di cose che cambierei? Non ho il potere, quindi non c'è nessuna utilità nel dire cosa farei"
- di Redazione SkySport24
Bottas: "Sarà un normale weekend di gara, ma come sempre vuoi dare il meglio. Dopo un errore in qualifica, come quello di Melbourne, chiaro che vuoi dare il massimo"
- di Redazione SkySport24
Bottas: "Vedremo quali saranno le proposte di Liberty nelle prossime ore"
- di Redazione SkySport24
Raikkonen: "Consigli a Liberty? Non, non so cosa stiano decidendo e non sono nemmeno tanto interessato".
- di Redazione SkySport24
Alonso: "Liberty è stata molto aperta nei nostri confronti lo scorso anno. C'è stato sempre un confronto e noi accetteremo le loro decisioni. Il potere è nelle loro mani, speriamo possano portare novità per migliorare lo spettacolo"
- di Redazione SkySport24
Bottas: "Difficile fare previsioni oggi per il resto del weekend..."
- di Redazione SkySport24
Raikkonen:"A che punto siamo? Chissà, vedremo durante il weekend. Tanti fattori possono cambiare, ma noi faremo del nostro meglio. Ma sarà importante la gara. Sarei felice di essere 7 decimi dietro se poi in gara vinciamo".
- di Redazione SkySport24
Raikkonen: ""Non ho mai esaminato bene quanto accaduto qui in passato. Non ho ottenuto su questo circuito grandi risultati, ma ho sempre fatto del mio meglio. A volte può dipendere dalle gomme. Farò del mio meglio, ma c'è un'incognita perché è un circuito diverso da quelli dove abbiamo corso fino ad oggi".
- di Redazione SkySport24
Alonso: "Il divario è ancora piuttosto ampio rispetto ai migliori. Ma sta a noi, sta al team fare le cose giuste. Se porteremo le prestazioni in pista e se ridurremo il gap, allora sarà diverso. I prossimi due mesi saranno cruciali. Speriamo di poter migliorare la macchina e se non saremo competitivi per il Mondiale, speriamo di toglierci almeno qualche soddisfazione".
- di Redazione SkySport24
Fernando Alonso (McLaren): "Le qualifiche a Melbourne non sono andate lisce per mostrare il nostro potenziale. Ci prendiamo il quinto posto, c'è margine per sprigionare la nostra forza nelle prossime gare"
- di Redazione SkySport24
Valtteri Bottas (Mercedes): "E' stato un weekend negativo in Australia, stop. Ora ne comincia un altro e lo guardo con più attesa".
- di Redazione SkySport24

Kimi Raikkonen (Ferrari): "E' stato un weekend lineare in Australia, avremmo potuto fare di più. Ma ogni volta è lo stesso, c'è sempre qualcosa su cui migliorare".


 

- di Redazione SkySport24

Al via la conferenza dei piloti, il GP del Bahrain comincia da qui

- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
BENVENUTI IN BAHRAIN!
- di Redazione SkySport24
Uno dei video più significativi del precedente GP in Australia: il "perdono" di Grosjean al suo meccanico 
- di Redazione SkySport24

Al via la diretta su Sky Sport F1 HD con Federica Masolin e Davide Valsecchi

- di Redazione SkySport24
Il tracciato di Sakhir
- di Redazione SkySport24

Il programma di oggi

Ore 14: conferenza stampa piloti F1
Ore 16: Paddock Live Pit Walk
- di Redazione SkySport24

Numeri di Sakhir

A Sakhir dominio Mercedes nell'era del Turbo/Hybrid, ma attenzione perchè la vittoria lo scorso anno fu della Ferrari di Sebastian Vettel che è anche l'autore degli unici tre podi Red Bull su questo circuito. La McLaren, arriva in uno dei tre circuiti in calendario dove non ha mai vinto e la Force India proverà a incrementare il suo personale record di affidabilità: mai un ritiro in Bahrain.
 

Mercedes

  • Nell’era Turbo/Hybrid gli è sfuggita solo una vittoria in Bahrain, quella dell’anno scorso: occupavano la prima fila completa, ma Vettel passò Hamilton al via e saltò Bottas al pit stop.
  • Sempre a podio qui nell’era Turbo/Hybrid (mai in precedenza): doppietta nel 2014, primi e terzi nel 2015 e 2016 e secondi e terzi l’anno scorso.
  • Sempre a punti in Bahrain, nessun ritiro. Nei 4 GP corsi qui nell’era Turbo/Hybrid non si sono mai qualificati al di sotto del terzo posto.
  • Unico team a registrare una sequenza di 3 vittorie e 5 pole in Bahrain. La sequenza delle pole è attiva (è iniziata nel 2013).
     

Ferrari

  • Plurivittoriosi in Bahrain con 5 successi, l'ultimo l’anno scorso con Vettel.
  • Nei 4 anni dell’era Turbo/Hybrid, solo la Ferrari è riuscita a stare davanti ad una Mercedes in gara: nel 2015 e 2016 Raikkonen fu 2° e l’anno scorso Vettel vinse.
  • L'ultima delle loro 3 pole qui è di 11 anni fa (Massa, 2007).
  • Solo una partenza in prima fila nelle ultime 6 edizioni (Vettel 2° nel 2015), e solo 2 nelle ultime 8.
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24
Vettel, 200 GP

Da rincorrere c’è il numero due. E non solo perché banalmente questo weekend in mezzo al deserto di Sakhir la Formula Uno torna in pista per la seconda gara della stagione. Per Sebastian Vettel infatti il due segnerà traguardi già scritti e altri da costruire. Due con due zeri, come duecento, che sono le partenze in Formula Uno che il tedesco festeggerà domenica in Bahrain. Il record di Barrichello è ancora lontano, quello del suo mito d’infanzia Schumacher di 307 GP anche, ma alla cifra tonda il ferrarista ci arriva sicuramente più ottimista dopo aver aperto le danze con una vittoria in Australia. Sarebbe proprio quello il due più importante da mettere in classifica: replicarsi sin da subito su una pista e in condizioni molte diverse. L’anno scorso qui Sebastian Vettel vinse, partendo terzo, e bruciando subito una delle due Mercedes in partenza, quella di Hamilton. Con una Ferrari che però, rispetto a quest’anno, sentiva già più sua. Le prime grosse novità sulla SF71 H dovrebbero arrivare la prossima settimana, in Cina. Questo weekend la rossa verrà adattata per le caratteristiche del circuito di Sakhir dove la grande sfida si chiama caldo, soprattutto per preservare le power unit. C’è quel due da raggiungere, che non è fondamentale in una lotta che sarà molto lunga ma importantissimo. Perché due vuol dire anche contrasto, e ci sarà anche qui, tra chi lotta da sempre per l’unico numero che poi conta davvero.
- di Redazione SkySport24
- di Redazione SkySport24

I più letti