Formula 1, Mekies: "Stagione difficile, ma ha reso Ferrari più forte"

ferrari

Laurent Mekies, Direttore Sportivo della Ferrari, parla in vista del GP del Bahrain: "E' stata una stagione difficile, ma questo ci ha reso più forti. Vogliamo finire bene questo campionato, sarà importante ogni dettaglio". Sui giovani: "Schumacher, Ilott e Shwartzman possono ben figurare in Formula 1". Il GP del Bahrain in diretta su Sky Sport F1

GP BAHRAIN, LA DIRETTA DI LIBERE E QUALIFICHE

Per la prima volta nella storia della Formula 1, il campionato si chiuderà con tre gare consecutive. Assegnati i titoli iridati, c’è ancora lotta apertissima per il terzo posto nella classifica Costruttori, con quattro squadre racchiuse in 24 punti. Con i 27 raccolti in Turchia, la Ferrari ha accorciato le distanze dalla terza posizione ma rimane ancora in sesta. L'obiettivo è quello di portare la Rossa alle spalle di Mercedes e Red Bull, ma anche di centrare il quarto posto nel piloti con Charles Leclerc. 

Mekies: "Prolungare il trend delle ultime gare"

leggi anche

Leclerc: "Proseguire trend positivo ultime gare"

"Sarà la fine anomala di una stagione assolutamente anomala e, per noi, molto difficile. L’obiettivo è prolungare il trend evidenziato nelle ultime cinque gare, che ci ha visto recuperare un po’ di terreno in termini di competitività rispetto soprattutto a quelli che quest’anno sono i nostri avversari diretti - ha spiegato il Direttore Sportivo Laurent Mekies, che nell'ultima trasferta di Istanbul ha fatto le veci di Mattia Binotto, rimasto a Maranello per seguire lo sviluppo della vettura del prossimo anno -. Dobbiamo fare il massimo per mettere tutti nella miglior condizione di lavoro possibile, considerato il gravoso impegno sostenuto finora, con 14 gare disputate in quattro mesi. Credo che a Sakhir ancor più del solito sarà fondamentale il lavoro fatto da remoto a Maranello nel supportare i colleghi in pista: ogni singolo dettaglio che può aiutare a migliorare la prestazione sarà importante, sia per finire bene questo campionato sia per affinare e rendere più efficienti le nostre metodologie di lavoro per l’anno prossimo”. 

"Questa stagione ci ha reso più forti"

leggi anche

Seb: "Resistenza aerodinamica nostro punto debole"

"Non si può negare che sia stata davvero dura - ha detto Mekies -. La situazione creata dalla pandemia e il livello deficitario della nostra performance all’inizio hanno pesato tantissimo. Peraltro, credo che tutto quello che abbiamo attraversato ci abbia reso più forti: non abbiamo perso la bussola, non abbiamo mai mollato la presa e la voglia di migliorare e di reagire".

"Schumi, Ilott e Shwartzman possono far bene in F1"

approfondimento

Ferrari, obiettivo 3° posto classifica costruttori

"Bravi a tutti i ragazzi della Ferrari Driver Academy, che stanno raccogliendo risultati importantissimi in questa stagione. Tre di loro, Mick Schumacher, Callum Ilott e Robert Shwartzman, saranno impegnati al volante dei test di Abu Dhabi, oltre ad Antonio Fuoco, che guiderà per noi con l’obiettivo di affinare il fondamentale lavoro di correlazione fra la pista e il simulatore. Riteniamo che Mick, Callum e Robert abbiano tutte le caratteristiche per ben figurare in Formula 1 e stiamo mettendo a punto un programma di crescita che permetta loro di giocarsi al meglio le proprie chance. Il test sarà un altro gradino importante in questo percorso e siamo molto ansiosi di vederli in pista prima di affrontare con loro un inverno pieno di lavoro a Maranello”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche