Ferrari, Binotto dopo Imola: "Rammaricati, senza bandiera rossa miglior risultato"

ferrari

Mattia Binotto non nasconde un po' di amarezza al termine del GP di Imola, con le due Ferrari ai piedi del podio: "Siamo rammaricati, senza la bandiera rossa potevamo ottenere un risultato migliore. La voglia di vincere è un buon segno. Siamo contenti per la prestazione, peccato per la ripartenza: Leclerc era senza radio e non poteva ascoltarci"

GP IMOLA, CRONACA E HIGHLIGHTS

La Ferrari chiude il GP di Imola con il quarto posto di Charles Leclerc e il quinto di Carlos Sainz. Due buoni piazzamenti, anche se la Rossa avrebbe potuto ambire al podio senza l'interruzione al 34° per l'incidente Russell-Bottas, che ha rimesso in gioco alcuni avversari come Hamilton e Norris. Mattia Binotto ha tracciato un bilancio a Sky Sport. 

"La voglia di vincere è un segnale positivo"

Le parole

Leclerc: "Volevo vincere, ma giornata positiva"

"Siamo rammaricati, senza la bandiera rossa potevamo avere un miglior risultato - ha spiegato Binotto a Sky Sport -. La voglia di vincere è un segnale positivo. Contenti per la prestazione, è un punto di partenza specialmente pensando allo scorso anno. Siamo andati bene sul bagnato e sull'asciutto, abbiamo ancora punti deboli ma sappiamo dove lavorare. Avevamo caricato sul posteriore, questo non ha facilitato nel finale. Cercheremo di migliorarci. E' un peccato anche la ripartenza dietro a Verstappen, mancava la radio a Leclerc e non riusciva ad ascoltarci. Era un po' distratto da questo in ripartenza, era normale. Sainz è andato molto bene, si sta integrando e ha guidato forte anche in condizioni difficili. La qualifica di ieri è stata un'eccezione, mi aspetto un Sainz molto forte anche nelle prossime gare".