Moto2, Austria: Bagnaia 8°, Manzi si avvicina

MotoGp
Francesco Bagnaia 9° tempo nelle FP1, poi una scivolata sull'asfalto reso insidioso dalla pioggia
bagnaia_fp1_spielberg

Promettente inizio del weekend per lo Sky Racing Team VR46 a Spielberg: Pecco resta ampiamente nella top-10 con un buon passo, buon diciannovesimo tempo in costante ascesa per il suo compagno di squadra

TUTTI I VIDEO

Lo Sky Racing Team VR46

Gli orari TV del Gran Premio d'Austria

Tempi alla mano, come inizio non c'è male per lo Sky Racing Team VR46 al Gran Premio d'Austria. Sui saliscendi di Spielberg Francesco Bagnaia, ripresosi dalla scivolata delle FP1 tradito dalle condizioni di scarsa aderenza, spicca un 8° crono convincente nelle seconde libere a soli 491 millesimi dal capo-classifica Franco Morbidelli. Bene anche Stefano Manzi che vive il suo "miglior venerdì" del 2017: 19° sì, ma con un distacco contenuto dalla vetta.

Bagnaia competitivo nelle FP2

Con la specifica di mescola più dura a disposizione rimasto a lungo in piena top-5, nel finale con un buon giro in 1'30"702 Francesco Bagnaia si è assicurato l'ottavo tempo delle FP2 e nella graduatoria combinata dei tempi delle prime due sessioni di prove libere. Un convincente inizio di weekend coadiuvato da un feeling in progressivo miglioramento con la propria KALEX, con lo Sky Racing Team VR46 che registra anche la crescita di Stefano Manzi. Più del diciannovesimo crono in 1'31"332, per il diciottenne pilota santarcangiolese c'è da rimarcare la progressiva crescita ed il distacco contenuto a meno di 1" dai primissimi.

Così nelle prime prove libere

Un'interlocutoria prima sessione di prove libere hanno vissuto i piloti della classe Moto2 a Spielberg. Trascorsi soltanto 10 minuti dall'inizio delle FP1, la pioggia ha fatto la sua comparsa sui saliscendi della Stiria rivoluzionando il programma di lavoro di squadre e piloti, Sky Racing Team VR46 compreso. Se Miguel Oliveira (KTM Ajo) anticipando l'apparizione delle prime gocce di pioggia era stato in grado di stampare il miglior tempo in 1'31"203, Francesco Bagnaia (1'32"117) e Stefano Manzi (1'32"495) avevano iniziato con il piglio giusto ritrovandosi rispettivamente in nona e diciottesima posizione. "Spielberg è una pista particolare, veloce, con grandi staccate che sembrano venirmi bene anche in sella alla Moto2", ha ammesso Bagnaia. "Siamo partiti bene, peccato per la pioggia e per un piccolo contrattempo. In staccata mi saltava l'avantreno per una forte vibrazione derivante dalla frizione, ma la squadra ha subito risolto questo inconveniente". 'Pecco' è successivamente sceso in pista percorrendo qualche giro sull'asfalto reso insidioso dalla pioggia, incappando in una scivolata senza conseguenze all'altezza della curva 1 con una dinamica particolare. "Siamo caduti in tanti: probabilmente c'è olio in pista e non hanno preso la decisione di sospendere il turno con bandiera rossa", ha spiegato il ventenne pilota chivassese, finito a terra nel medesimo tratto incriminato insieme a Tarran Mackenzie, Alex Marquez, Danny Kent, Jorge Navarro e Iker Lecuona. Ha iniziato bene il fine settimana il suo compagno di squadra Stefano Manzi, 18° e mai così in alto in una FP1. "Chiaramente preferisco girare con l'asciutto, ma sul bagnato cercheremo di raccogliere più dati possibili", ha spiegato il diciottenne pilota santarcangiolese.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.