13 ottobre 2017

Motogp, le Prove libere del GP di Motegi (Giappone). Marquez si arrende a Dovi: sua la FP2

print-icon

Quinto nel primo turno dominato da Marquez, sotto la pioggia Dovizioso nel secondo si prende la vetta con 43 millesimi di vantaggio proprio sul leader del Mondiale. Terza l'Aprilia di A. Espargarò davanti all'altra Ducati di Lorenzo (centrato nelle Libere 1 da Crutchlow), fuori dalla top ten le Yamaha di Vinales e Rossi

IL RACCONTO DEL SABATO DI MOTEGI

LA GRIGLIA DI PARTENZA

IL RACCONTO DELLE LIBERE DEL VENERDI'

I TEMPI - LE CLASSIFICHE

Già in lotta per il titolo, separati da appena 16 punti, Marquez e Dovizioso in Giappone si sono alternati in vetta alla classifica dei tempi delle prove Libere del venerdì. Nel 15esimo appuntamento della stagione è stata protagonista anche la pioggia, che ha accompagnato i piloti della MotoGP in entrambe le sessioni.

Nel primo turno si è imposto Marc Marquez: 1:55.418 è il tempo che gli ha permesso di battere l'Aprilia di Aleix Espargarò (+0.875) e la Ducati del Team Pramac di Scott Redding (+1.099). Nel secondo round, però, è arrivata la risposta di Andrea Dovizioso: il pilota della Ducati (che aveva aperto la giornata con un quinto posto) in 1:54.877 si è messo al comando. Marquez (scivolato nel finale, quando era a un passo dall'agganciare Dovi) si è dovuto accontentare del secondo posto davanti ad A. Espargarò, quarta l'altra Rossa di Jorge Lorenzo (centrato nelle Libere 1 dalla Honda di Crutchlow).

Capitolo Yamaha: rimasto nelle retrovie nella prima sessione, Valentino Rossi è migliorato passando dal tempo di 1'58.618 a quello di 1'56.435, ma non è bastato per entrare nella top ten; niente da fare anche per Maverick Vinales, 11esimo proprio davanti al Dottore.

Dopo aver lottato per le prime posizioni la Suzuki di Andrea Iannone ha concluso la giornata al settimo posto alle spalle della Ducati del Team Pramac di Danilo Petrucci.

Per la lotta alla pole bisogna aspettare le 7:10 di domani, mentre domenica la gara inizierà alle 7 (QUI L'INTERO PROGRAMMA).

LA TOP TEN DELLE LIBERE 2

Così le Libere 1

Marc Marquez ha dominato dall'inizio alla fine, mentre si sono alternati dietro di lui Maverick Vinales, Scott Redding, Andrea Dovizioso ed Aleix Espargarò. Alla fine l'ha spuntata proprio l'Aprilia quest'ultimo, a meno di dieci decimi di ritardo, terza a oltre un secondo la Ducati del Team Pramac di Redding. Dovizioso è scalato in quinta posizione alle spalle di Lorenzo (centrato nel finale da Crutchlow). Nono Vinales, 19esima a oltre tre secondi da Marquez l'altra Yamaha guidata da Rossi, dopo di lui la Honda di Pedrosa. Guasto tecnico in avvio per Danilo Petrucci, 12esimo.

I PRIMI 20 DELLE LIBERE 1

Crutchlow fa strike

Nel finale del primo turno di Libere Jorge Lorenzo è stato centrato dalla Honda di Cal Crutchlow, scivolato alla curva 8: contusione al metacarpo sinistro per lo spagnolo. "Ho rischiato grosso per l'error di Cal", ha dichiarato a fine giornata Jorge, "La dinamica dell'incidente? Lui vedeva che ero davanti, avrebbe dovuto rallentare e perdere il giro, invece ha spinto fino a perdere il controllo della moto. Invece di scusarsi sul momento ha dato la colpa a me, ma due ore dopo è venuto a scusarsi".

L'incidente Crutchlow-Lorenzo

Suzuki, nuova carena per Rins

Nel primo turno di Libere è stata svelata la nuova carena alata della Suzuki di Alex Rins (ottavo nelle L1), che sembra aver preso spunto da Ducati e Aprilia. In particolare, sotto il cupolino sembrano esserci delle ali che si ricollegano alla carena.

Moto3, italiani ok

Italiani protagonisti in Moto3. Nel primo turno di Libere Nicolò Bulega con il tempo di 2:09:577 precede Andrea Migno (+0:128) e Romano Fenati (+0:319), ma nel secondo è lui il migliore in 2'10.628.

Moto2, testa a testa Luthi-Marquez

Da un Marquez all'altro: in Moto2 in 2'05.460 Alex si è imposto nelle Libere 1 davanti a Luthi (+0.465) e Syahrin (+0.752). Nel pomeriggio però Luti ha sorpassato lo spagnolo con il tempo di 2:05:282, terzo Oliveira davanti a Morbidelli.

Dovi all'inseguimento di Marquez

Andrea Dovizioso dopo 14 gare veste il ruolo dell'inseguitore, Marc Marquez guida il gruppo con 16 punti di vantaggio proprio davanti al pilota della Ducati. "Il Campionato è ancora aperto, come se partissimo da zero", sottolinea Dovi, "La situazione può cambiare di domenica in domenica. Cercheremo di spingere tutti, ci sono tanti punti in palio e può accadere ogni cosa. Sono fiducioso, quest'anno abbiamo svolto un lavoro grandioso, facendo quasi tutto alla perfezione. Sono il più anziano dei tre in lotta per il Mondiale, l'esperienza è sicuramente un vantaggio".

I numeri della MotoGP

  • Marc Marquez ha vinto ad Aragon la sua gara numero 60 nel Motomondiale: è il sesto pilota a tagliare questo traguardo. I cinque piloti nella storia ad avercela già fatta sono Lorenzo (65 vittorie), Hailwood (76), Nieto (90), Rossi (115) e Agostini (122). A 24 anni e 219 giorni, Marquez è il più giovane pilota di sempre a toccare i 60 successi
  • Considerando la sola MotoGP, Marc Marquez ha vinto ad Aragon la sua gara numero 34 su 86 corse. E' settimo all time nella classifica dei piloti più vincenti della top class, non lontano dal sesto posto di Hailwood (37 successi) e dal quinto di Stoner, a quota 38.
  • Con la vittoria ottenuta ad Assen, Valentino Rossi ha ulteriormente ritoccato il record di
    longevità
    tra il suo primo e il suo ultimo successo nel Motomondiale: ben 20 anni e 311 giorni erano infatti passati da quando vinse il GP di Repubblica Ceca del 1996 nella classe 125.
  • Andrea Dovizioso ha conquistato 40 podi nella top class, eguagliando Barry Sheene. Tra gli italiani hanno fatto meglio di lui solo Rossi (190 podi), Agostini (88), Biaggi (58) e Capirossi (42)
  •  Tra tutte le classi, Andrea Dovizioso ha conquistato 81 podi nel Motomondiale, eguagliando Eugenio Lazzarini. Tra gli italiani, solo in quattro hanno fatto meglio di lui: Rossi (226 podi), Agostini (159), Biaggi (111) e Capirossi (99)
  • Andrea Dovizioso ha vinto 6 gare in MotoGP. Tra gli italiani, riguardo alle vittorie in top class, ha eguagliato Umberto Masetti e Marco Lucchinelli. Non sono lontano da lui Luca Cadalora e Loris Capirossi, rispettivamente con 8 e 9 successi.
  • Andrea Iannone correrà la sua gara numero 80 in MotoGP.

Gli orari della MotoGP del weekend

Sabato
Ore 2.55: prove libere 3
Ore 6.30: prove libere 4
Ore 7.10: qualifiche

Domenica
Ore 1.40: warm up
Ore 7: gara

Tutti i video da Motegi

L'offerta di Sky

I PIU' VISTI DI OGGI