15 novembre 2017

Test di Valencia 2017, seconda giornata: 1° Marquez, 2° Pedrosa, 3° Zarco

print-icon

Marquez è il pilota più veloce nella seconda giornata di test a Valencia con 1:30.033 (migliorato il tempo di Vinales nella prima giornata). Secondo posto per Pedrosa (+0.403), terzo Zarco (+0.406). 4° Lorenzo, 5° Vinales, 7° Rossi, 15° Dovizioso, 16° Morbidelli

PUIG POSSIBILE SUCCESSORE DI SUPPO

I RISULTATI DELLA PRIMA GIORNATA DI TEST

IL FILM DELLA STAGIONE

MARQUEZ, ECCO COME HA VINTO IL MONDIALE

Sono passati pochi giorni dalla vittoria del Mondiale, ma il più veloce è ancora lui. Marc Marquez sovrasta tutti nei test di Valencia, stampando il miglior tempo nella seconda giornata (1:30.033). Lo spagnolo della Honda annulla il crono fatto registrare da Maverick Vinales nella prima giornata dei test (1:30.189), come si nota dalla classifica dei tempi combinati che compara i risultati delle due giornate di prove a Valencia. Alle spalle di Marquez c’è un’altra Honda ufficiale, quella di Dani Pedrosa, distante +0.403. Johann Zarco, come ha detto anche Andrea Dovizioso, ormai è una realtà. La Yamaha del francese è la migliore nella seconda giornata di test, a +0.406 da Marquez. Giornata positiva per Lorenzo, che chiude con il 4° tempo e dimostra di essere sempre più in sintonia con la Ducati. Il suo compagno di team, Andrea Dovizioso, chiude 15° senza comunque avere mai realmente cercato di fare il tempo. Giornata di esperimenti tecnici importanti per Vinales e Rossi, con un mix tra telai, carene e motori degli ultimi anni. Vinales chiude la seconda giornata con il 5° tempo, mentre Rossi (ultimo a uscire dalla pista di Valencia) termina con il 7° posto.

ore 17:00 - Si è conclusa la seconda giornata di test a Valencia. Assolo delle Honda: il più veloce è Marquez davanti a Pedrosa. Continua a sorprendere Zarco, che chiude con il terzo tempo. 4° Lorenzo, 5° Vinales, 7° Rossi, 15° Dovizioso.

Ore 16:58 - Maverick Vinales: "Nella prima giornata di test andavo forte, nella seconda no… Non capisco perché, proveremo a capire qualcosa in più nei test di Sepang con tranquillità. Il nuovo motore? Abbiamo lavorato più sull’elettronica e sui dati. Noi dobbiamo seguire la nostra strada e creare una moto adatta al mio stile di guida. Dobbiamo lavorare bene prima di prendere decisioni affrettate".

Ore 16:56Valentino Rossi: “Oggi dovevo solo provare il motore, anche se Valencia non è una pista fantastica per provare il motore. Penso di aver fatto un buon lavoro, ma riproveremo tutto a Sepang. Per il resto ho sempre girato con la moto di ieri. Il nuovo motore mi soddisfa. Abbiamo provato anche la carena nuova con le ali, non basta tornare alla moto del 2016 per vincere delle gare”.

Ore 16:54 - Franco Morbidelli: “Sono partito molto bene, con una caduta… Ero partito con troppa allegria! Poi sono tornato al box ed è andata meglio. Pian piano abbiamo aumentato la potenza, la velocità va controllata, devo imparare a controllarla. È difficile abituarsi a lavorare con l’elettronica, in questo momento non lo so, quindi ci stiamo lavorando”.

Ore 16:46 - Johann Zarco: “Sono contento, vedo che posso andare forte dopo un solo anno di esperienza. Abbiamo potenziale per poter crescere ancora. I commenti negativi sul team ufficiale? Vinales ha vinto in Qatar, in Argentina e ha rischiato di vincere in Texas, quindi non possiamo dire che quella del 2017 era una moto sbagliata”.

Ore 16:21 - Jorge Lorenzo: "Sono molto contento per questi test, oggi ho capito l’ultimo step che mi mancava per andare forte con questa moto, ho capito cosa fare in futuro, adesso ho ben chiaro come andare più veloce nelle curve. Dobbiamo aspettare un mese e mezzo per provare veramente qualcosa di nuovo a Sepang, rispetto agli altri team siamo un po’ in ritardo nella preparazione della moto nuova".

Ore 16:06 - Quando manca un'ora al termine dei test, Marc Marquez inizia a fare sul serio con un decisivo time attack. Il campione del mondo strappa così il miglior tempo a Vinales considerando queste due giornate di test, chiudendo in 1:30.033. Secondo tempo per Zarco (+0.402), terzo Lorenzo (+0.497).

Ore 15:40Andrea Iannone, rientrato dopo un problema intestinale, chiude la seconda giornata di test con il 6° tempo a +0.589 da Marquez: “Non sono al 100%, in ogni caso abbiamo provato a fare un buon lavoro, ma mi sento debole. Ci manca un giorno di test, tuttavia il nostro passo è positivo. Dobbiamo ancora mettere insieme qualche pezzettino, non siamo riusciti ancora a completare il pacchetto del 2018, faremo nuove prove, oggi era interessante fare qualche uscita per capire le sensazioni… Ho avuto sensazioni positive dopo i primi giri. Soffriamo tanto con la pista fredda, inoltre non ho tanta forza oggi. Rins è cresciuto tanto, è un pilota molto forte con grande talento, è stimolante lavorare con lui”.

Ore 15:25 - Ecco i tempi quando mancano poco meno di due ore al termine della seconda giornata di test. Marquez ancora in testa, ma adesso al secondo posto c'è Zarco (nonostante una caduta). Terzo tempo per Lorenzo. Test conclusi per Dovizioso.

Ore 15:12 - Andrea Dovizioso termina i suoi test a Valencia. Ecco il commento di DesmoDovi dopo queste due giornate di prove: “Abbiamo provato quello che era nel programma dei due giorni, avremo altre cose da provare nei test di Jerez. Stiamo ancora facendo delle piccole modifiche per definire i dettagli della moto 2018, non c’era motivo di fare troppi giri, dobbiamo ricaricare un po’ le batterie perché è stata una stagione impegnativa. Noi piloti siamo continuamente sottoposti a grande stress, ci può stare un po’ di stanchezza. I test sono sempre particolari, ognuno li approccia in modo diverso. A volte conviene usare le gomme nuove per avere un feedback preciso, a volte qualcuno vuole entrare in pista per fare il tempo, alla fine i test danno sempre risposte relative da prendere con le pinze. Il risultato di Zarco? Ci sono certi piloti che fanno di tutto per fare il tempo nella giornata, mentre altri piloti lavorano per mettere a punto la moto. Zarco ormai è diventato una realtà della MotoGP perché è bravo, guida bene, il prossimo anno lotterà con i big. Da fuori sembra che ci sia un po’ di confusione in Yamaha, ma Zarco può solo migliorare in vista della prossima stagione”.

Ore 14:42 - Curiose statistiche pubblicate dalla MotoGP: ecco il numero di cadute per ogni pilota nel corso della stagione appena conclusa (prendendo in considerazione l'intero weekend, con prove, qualifiche e gara). In testa c'è Lowes con 31 cadute, seguito da Marquez (27) e Bautista (26).

Ore 14:35 - L'ingegnere Giulio Bernardelle: "Zarco è più furbo di quello che pensiamo"

Ore 14:12 - Considerando la classifica dei tempi combinati, il miglior tempo di questi test di Valencia per adesso è ancora quello piazzato ieri da Vinales con 1:30.189. Secondo posto per Marquez, che oggi è in testa con 1:30.288. Terzo tempo per Zarco con 1:30.389 fatto registrare nel primo giorno di test.

Ore 14:00 - Dopo quattro ore di test, Marc Marquez comanda ancora la classifica della seconda giornata di Valencia. Il campione del mondo al momento è il più veloce con 1:30.288 davanti a Lorenzo (+0.246) e a Zarco (+0.578). Quinto tempo per Iannone (+0.723), 10° posto per Vinales (+0.937), che ieri aveva chiuso in testa la prima giornata.

Il punto di Guido Meda dopo quattro ore di test

Ore 13:32 - Maio Meregalli, team manager Yamaha, sui test di Rossi e Vinales: "Soffriamo molto quando il grip è basso"

Ore 13:20 - Andrea Iannone va lungo e finisce fuori. Il pilota della Suzuki rientra ai box senza problemi, al momento è quarto a +0.723 da Marquez

Ore 13:09Danilo Petrucci: "Dovizioso e Lorenzo stanno provando la nuova moto, io la proverò la prossima settimana a Jerez. In questi due giorni di test ho fatto veramente molto poco, anche perché abbiamo un meccanico in meno e andiamo a rilento, non ci sono molte novità da provare, però volevamo risolvere qualche vecchio problema e abbiamo lavorato su di questo. La mia stagione? Da Silverstone in poi ho fatto difficoltà ad andare veloce, non sono riuscito a mantenere la gomma fino alla fine, ho fatto fatica sull’asciutto. Spero che questo 2017 si concluda con qualcosa di positivo. Miller? Lui prende subito il toro per le corna, ha dato immediatamente gas, questa moto gli piace, sarà un bell’avversario nella prossima stagione".

Ore 12:45 - Una curiosità dal box Suzuki. Ecco il nuovo casco di Rins, in cui il pilota prepara il pane per tutto il team... Un Alex Rins in versione panettiere, che oggi è tornato in pista dopo aver saltato i test di ieri a causa di problemi interstinali.

Ore 12:25Davide Tardozzi, Team Manager Ducati: "La nuova forcella è promossa"

Ore 12:14 - Ecco i tempi dopo le prime due ore di test. La seconda giornata si è aperta con il ruggito di Marc Marquez. Il campione del mondo, dopo le prime due ore di test a Valencia, è il più veloce con 1:30.288. Segnali positivi per Lorenzo, che ha chiuso in crescendo la stagione e al momento è secondo a +0.689 da Marquez. Terzo tempo per Iannone a +0.723. Sesto tempo per Vinales davanti a Rossi.

Il punto di Guido Meda dopo le prime due ore di test

Ore 12:08 - Marc Marquez rientra ai box dopo i primi convincenti giri. Il campione del mondo al momento è il più veloce nella seconda giornata di test con 1:30.288

Ore 11:38 - Prima caduta in MotoGP per Franco Morbidelli. Fortunatamente il campione del mondo della Moto2 non riporta conseguenze.

Ore 11:27 - Buone notizie in casa Suzuki. Rins e Iannone, assenti ieri a causa di problemi intestinali, ritornano in pista per la seconda giornata di test.

Ore 11:22 - Zarco scenderà in pista con due moto 2017. E intanto Vinales e Marquez entrano in pista per la seconda giornata di test.

Ore 11:05 - Fase finale di studio nel box Honda per Marquez e Pedrosa, che stanno analizzando i dati della prima giornata di test, in cui hanno utilizzato la nuova moto: Marquez ha chiuso con il 3° tempo, Pedrosa solo 11°

Ore 10:46 - Arrivano i primi risultati della seconda giornata di test. Jack Miller chiude in 1:33.567, ma scivola alla curva 10 con la moto 2017. Per fortuna nessuna conseguenza per il pilota australiano.

Ore 10:39 - Per Alvaro Bautista i test finiscono qui. Il pilota spagnolo sente ancora dolore dopo la caduta di ieri: gli gira la testa, ha poco equilibrio e soffre ancora di mal di schiena.

Ore 10:33 - Guido Meda anticipa il nome del possibile successore di Livio Suppo, ex Team Principal Honda che ha deciso di lasciare dopo il doppio successo nel Mondiale MotoGP: "La Honda annuncerà l’ingaggio di Alberto Puig nel ruolo lasciato vacante da Livio Suppo. È stato un buon pilota, è l’uomo che ha seguito Pedrosa come manager, è stato responsabile dell’Asia Talent Cup, è stato conteso tra Honda e Dorna, ma riteniamo di poter dire quasi con certezza che la scelta per il dopo Suppo cadrà su Alberto Puig".

Puig possibile successore di Suppo

Ore 10:27Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati: “Abbiamo fatto delle modifiche alla ciclistica della moto, dobbiamo capire quale sarà il riscontro di Dovizioso e Lorenzo. Noi gireremo a Sepang per tre giorni prima dei primi test ufficiali MotoGP, ci saranno Stoner e Pirro. Qualcuno di loro forse girerà anche durante i test ufficiali. Miller molto positivo nella prima giornata di test, è andato subito molto forte, oggi proverà anche la carena aerodinamica che ha usato Pirro in gara. Ho parlato con Rabat, anche lui era molto contento dell’erogazione del motore, ma non so dirti se la Ducati gira meglio della Honda. Onestamente io penso che la Yamaha sia la moto più facile da guidare, questo fa ancora più onore a Marquez e al suo Mondiale vinto”.

Ore 10:19 - Uno dei piloti più interessanti della prima giornata di test è stato Zarco, che ha chiuso con il secondo tempo utilizzando la Yamaha 2017. Adesso il pilota francese è pronto a confermarsi nella seconda giornata di Valencia.

Ore 10:16 - Buongiorno anche dal box Honda! Marquez e Pedrosa ieri hanno provato la nuova moto, con risultati altalenanti. Entrambi i piloti hanno fatto capire che ci sarà molto da lavorare prima di trasferire i setup convincenti della stagione appena conclusa nella nuova Honda del 2018.

Ore 10:05 - Si apre la seconda giornata di test, che darà risposte importanti sui dati raccolti nella prima giornata di prove in vista del Mondiale 2018. Piloti di nuovo in pista a Valencia fino alle 17, con una copertura in tempo reale su Sky Sport MotoGP HD (canale 208) e su skysport.it

Così la prima giornata di test

Si apre la seconda giornata di test, che darà risposte importanti sui dati raccolti nella prima giornata di prove in vista del Mondiale 2018. Piloti di nuovo in pista a Valencia dalle 10 alle 17, con una copertura in tempo reale su Sky Sport MotoGP HD (canale 208) e su skysport.it. La prima giornata di test ha consegnato temi interessanti e anche qualche brivido. Ne sa qualcosa Valentino Rossi, vittima di un incidente nel corso dell'undicesimo giro delle sue prove: la sua Yamaha è andata a sbattere contro le protezioni ed è uscita semidistrutta dall'impatto, mentre il campione di Tavullia si è fortunatamente alzato in fretta senza conseguenze. È finito invece in ospedale Alvaro Bautista, anche lui vittima di una caduta con la Ducati Aspar. Gli esami non avrebbero evidenziato, per fortuna, conseguenze pesanti per lo spagnolo. Dopo lunghe ore di prove su un ampio ventaglio di soluzioni, il migliore della prima giornata è stato Maverick Vinales con la Yamaha in 1:30.189, che ha preceduto di due decimi Johann Zarco, anche lui con la Yamaha ufficiale, e di tre decimi Marc Marquez. Poco più indietro del campione del mondo c’è Valentino Rossi, che dopo aver smaltito la botta ha fatto segnare 1:30.519 verso la fine del turno pomeridiano. Settimo tempo per la Ducati di Andrea Dovizioso, staccato di circa sei decimi. Il vicecampione del mondo ha provato nuove forcelle di quella che sarà la nuova moto. Subito alle sue spalle Jorge Lorenzo. Vinales e Zarco hanno utilizzato la moto 2017, mentre Marquez ha girato a lungo (e senza risparmiarsi qualche brivido) con un prototipo del 2018, che presenta novità su tutti i fronti. Rossi ha usato anche la moto della scorsa stagione, che giudicava più guidabile di quella 2017. Valentino è caduto mentre provava il motore 2018, che potrebbe riutilizzare oggi. Yamaha ha provato anche una nuova carena, che riprende alcune soluzioni usate dalla Ducati. Buon esordio in MotoGP per Franco Morbidelli con la Honda. Il campione del mondo della Moto2 deve ancora abituarsi comunque al salto di potenza

I risultati della prima giornata di test

MotoGP, tutti i video

I PIU' VISTI DI OGGI