15 novembre 2017

MotoGP, Honda: Alberto Puig possibile successore di Suppo

print-icon

La Honda avrebbe scelto l’ex pilota spagnolo per raccogliere l’eredità del manager italiano. Puig tornerebbe all’HRC dopo la collaborazione con Dani Pedrosa

SUPPO: "CERCO NUOVE MOTIVAZIONI"

I RISULTATI DELLA SECONDA GIORNATA DI TEST

IL FILM DELLA STAGIONE

MARQUEZ, ECCO COME HA VINTO IL MONDIALE

Il reparto corse della Honda, la HRC, ha fretta di scegliere il manager per raccogliere la pesante eredità di Livio Suppo che ha lasciato il Motomondiale dopo 22 anni di carriera e di grandi successi. La scelta sarebbe caduta su Alberto Puig, ex pilota e manager spagnolo che ha corso nel Motomondiale per dieci anni dal 1987 al 1997 disputando 126 Gran Premi e ottenendo 9 podi e una vittoria in Spagna nel 1995. Lo spagnolo, sin da quando correva in pista, ha stretto un rapporto molto stretto con la Honda, con cui ha corso in 500, e soprattutto con la Repsol, main sponsor della casa giapponese per oltre 20 anni.

Conclusa la carriera da pilota, Puig ha cominciato a lavorare a stretto contatto con i giovani piloti nel team junior della Telefonica scoprendo grandi talenti tra cui Casey Stoner e Dani Pedrosa. Proprio con Pedrosa è iniziata una collaborazione durata 13 anni fino al 2013 per Puig, che non ricopriva solo il ruolo di manager del pilota ma anche membro del team HRC.

Negli ultimi 4 anni ha lavorato per la Asian Talent Cup per trovare giovani piloti giapponesi, ora arriva una svolta per Puig che può contare su una grandissima competenza, su una grande esperienza e su un carattere duro. Un profilo che lo accomuna a Livio Suppo, di cui però non sarà facile raccoglierne l’eredità, considerando che nei sette anni alla Honda ha conquistato 5 titoli piloti e 6 costruttori.

Bernardelle: "Puig? Alla Honda la filiale spagnola conta sempre di più"

MotoGP, tutti i video

I PIU' VISTI DI OGGI