MotoGP, GP Spagna. Da Rossi a Lorenzo, quante esultanze pazze a Jerez

MotoGp

Paolo Beltramo

Esultanze memorabili a Jerez: Rossi nel 1999 corre in bagno dopo la vittoria, Lorenzo si tuffa nel laghetto nel 2010

Jerez è tra i circuiti più affascinanti del Motomondiale. Alcuni gesti bizzarri hanno contribuito a renderlo immortale: nel 1999 Rossi corre in bagno a bordo pista dopo la vittoria in 250, Lorenzo nel 2010 rischia grosso tuffandosi nel laghetto dopo il trionfo

Il GP di Spagna è in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP HD (canale 208): gara di MotoGP domenica alle 14.00

JEREZ, CLICCA QUI PER LE PROVE LIBERE LIVE

GUIDA TV - LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Jerez de la Frontera da giovedì 4 maggio si chiamerà Circuito Angel Nieto in ricordo del 12+1 volte campione del mondo, la leggenda spagnola della moto scomparso lo scorso anno in un incidente. Anche questo contribuirà a rendere il tracciato andaluso ancora più immortale. Nella sua poco più che trentennale storia si è infatti conquistato una fama assoluta: è il primo GP europeo, in una zona bellissima (nei pressi di Puerto de Santa Maria, Cadice, Siviglia, Arcos), dove si mangia e si beve da dei, dove la passione ricorda quella dei grandi circuiti del passato, dove gli enormi parcheggi di moto sono di per sé uno spettacolo assoluto. E dove, quindi, è speciale anche vincere. La Coppa fatta a calice da Sherry che si porta a casa il vincitore merita – a volte - festeggiamenti altrettanto speciali. Come la fermata nel bagno chimico di Valentino Rossi nel 1999 con l’Arilia 250, o come il rischiosissimo tuffo nel laghetto di Jorge Lorenzo con tuta, stivali, guanti e casco del 2010. Jerez, una festa per tutti, figuriamoci per chi vince…

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche