MotoGP, GP Olanda. Marc Marquez e Valentino Rossi, il bilancio ad Assen è opposto

MotoGp

Francesco Berlucchi

Marc Marquez e Valentino Rossi (foto getty)

La prossima tappa del Motomondiale ci porta in Olanda, tra le curve del mitico Dutch TT. Quella di Assen è una delle piste preferite di Rossi, ma non solo. Sono tanti i piloti italiani che hanno ottimi ricordi su questa pista. Un tracciato che invece piace decisamente meno agli spagnoli. Vediamo perché

Il GP di Assen è in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP HD (canale 208): gara di Moto3 domenica alle 11, la Moto 2 alle 12.20 e la MotoGP alle 14

GP OLANDA, IL RACCONTO DELLA CONFERENZA PILOTI

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Rotta verso Assen, un circuito che non ha paragoni. Non solo per il fascino del Dutch TT e dell’Università della moto che fu, ma anche perché non esiste un'altra pista al mondo in cui gli spagnoli abbiano vinto una sola volta negli ultimi sette anni. Per la cronaca, accadde nel 2014 e Marc Marquez si apprestava a conquistare la sua ottava vittoria di fila.

Per il resto, gli ultimi sette anni nella Cattedrale del motociclismo raccontano il trionfo a stelle e strisce di Ben Spies, due vittorie australiane firmate da Casey Stoner e da Jack Miller, e ben tre successi di Valentino Rossi. Che ad Assen, su una delle sue piste preferite in assoluto, ha vinto ben 10 volte. Lo ha fatto in tutte le classi ed ha continuato a farlo fino ad oggi, conquistando ben tre delle ultime cinque gare corse in Olanda.

La terra dove nel 2016 ha avuto inizio l’era Morbidelli in Moto2: un filotto incredibile che lo ha visto salire sul podio 20 volte in 29 gare, prima del passaggio nella top class. Assen piace molto anche a Romano Fenati, che vorrebbe conquistare il primo podio di carriera nella classe di mezzo. E piace a Pecco Bagnaia, protagonista assoluto di quel podio tutto italiano - due anni fa - che ha rappresentato la sua prima vittoria nel Motomondiale. Prima di allora, per trovare l’ultima vittoria italiana nella classe minore bisognava tornare a quella di Mattia Pasini, in 125, nel 2007.

Toccherà ai nostri piloti evitare di ripetere un digiuno simile. E se a Marco Bezzecchi piacerebbe molto fare la conoscenza del podio di Assen per difendere la leadership meritatissima del campionato Moto3, Enea Bastianini vuole trovare la conferma definitiva su un circuito dove tre volte su quattro non è riuscito nemmeno a concludere la gara. Sentirsi sotto esame non sarà facile, ma in fondo è giusto così... all’Università della moto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche