MotoGP, GP Olanda. Jorge Lorenzo: "Dimostreremo di essere veloci dovunque"

MotoGp
Jorge Lorenzo, pilota Ducati (foto getty)

Il pilota spagnolo, reduce dalle due vittorie al Mugello e a Barcellona, si dichiara fiducioso anche per Assen, pista storicamente non particolarmente favorerevole alla Ducati. Ecco le sue parole

MOTOGP, GARA SPETTACOLARE: RIVIVI LE EMOZIONI DI ASSEN

LA CLASSIFICA AGGIORNATA

Due vittorie in fila, entrambe per distacco, entrambe alla Jorge Lorenzo. Il “Martillo” si è finalmente sbloccato con la Ducati e non vuole più fermarsi.
Tra lui e la terza vittoria consecutiva il TT Circuit di Assen, pista con la quale né il cinque volte campione del mondo né la Ducati hanno un ottimo feeling. Una vittoria sia per la casa di Borgo Panigale (nel 2008 con Stoner) che per il pilota spagnolo (nel 2010 partendo dalla pole position). Per Lorenzo altri 9 GP in top class con "solo" due podi e tre vittorie nelle classi minori una nel 2004 in 125cc e due nel 2006/2007 in 250cc. Ecco le sue parole alla vigilia del GP d’Olanda.

“Le due vittorie consecutive al Mugello e al Montmeló sono state qualcosa di molto bello e importante, ma il Campionato non si ferma e ora dobbiamo dimostrare anche ad Assen che possiamo essere veloci su tutti i tipi di pista. Forse non è il miglior circuito per noi, ma sono convinto che riusciremo ad essere competitivi. Dobbiamo andare avanti gara per gara, consapevoli che ogni Gran Premio è importante. Per ora non vale la pena pensare troppo al campionato: l'importante è lavorare come abbiamo fatto finora e mantenere sempre la stessa fiducia. Assen è un tracciato storico ed è sempre speciale correre qui: ovviamente dovremo tenere conto delle condizioni meteo perché il tempo può giocare un ruolo importante, come succede quasi ogni anno.”

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche