MotoGP 2018, GP Brno. Andrea Dovizioso in esclusiva a Sky: da Le Mans a Jorge Lorenzo

MotoGp

Il pilota della Ducati ospite a Talent Time: "Ho commesso degli errori, quello di Le Mans brucia ancora, ma stiamo lavorando bene. Il rapporto con Jorge? Tutto ok, il problema è che bisogna prendere le distanze dalle parole riportate dalla stampa. Vale e Jorge migliori amici? Molta facciata. Marquez quasi perfetto"

IL TRIONFO DI DOVIZIOSO A BRNO

LA CLASSIFICA - IL CALENDARIO

Quinto al termine delle seconde prove libere a Brno e tra i favoriti del weekend, Andrea Dovizioso ha parlato in esclusiva a Talent Time: "Se guardiamo la classifica come fanno in molti, che sbagliano a giudicare il nostro campionato in maniera negativa, è logico dover ammettere che abbiamo lasciato punti importanti in pista, è vero, altrimenti saremmo in una posizione diversa. Ma la nostra situazione è abbastanza buona. Ho commesso degli errori, è umano farlo, i punti di Jerez mancano, però stiamo lavorando bene: non siamo ancora perfetti come piacerebbe a me, ma anche oggi per esempio abbiamo svolto un buon lavoro su una pista difficile".

L'errore di Le Mans

Lo sbaglio che brucia di più dopo nove Gran Premi? "Sicuramente quello di Le Mans, dove sono scivolato quando ero in testa. Mi sentivo veloce, a differenza di quanto alcuni pensano stavo gestendo la situazione, ero tranquillo. Ecco, forse lo ero anche troppo... Ci sono rimasto molto male, non sono abituato a commettere certi tipi di errori, per questo pesa ancora di più".

La lotta al titolo

"Fino a questo momento solo Marquez è stato praticamente perfetto. I due piloti della Yamaha Rossi e Vinales, che lo precedono in classifica, sono stati bravi a raccogliere sempre punti, perché a livello di velocità non sono da secondo e terzo posto". Proprio Marquez considera Dovizioso il principale antagonista a Brno: "E' giusto dire così per mettere subito pressione all'avversario...", risponde sorridendo il pilota della Ducati, "In effetti siamo partiti bene, ma siamo solo a venerdì".

La collaborazione con Petrucci

Nelle seconde prove libere erano insieme in pista Petrucci con le ali nuove e Dovizioso con le ali vecchie: casualità o scelta? "E’ successo più di una volta. C'è una collaborazione importante tra noi, ma non è stata programmata. Abbiamo capito che se giriamo insieme conviene per analizzare meglio alcuni dati, è una cosa intelligente", spiega Dovi. Ripeterlo anche l'anno prossimo, quando saranno compagni di scuderia? "Se fosse per me sì. Vedremo".

Il rapporto con Jorge Lorenzo

"Non ho grandi problemi con lui", chiarisce Dovizioso, "Da un'intervista a cui ho risposto elencando dei dati di fatto alcuni giornalisti hanno creato la polemica, tutto qui. Il vero problema è che se sai come funzionano queste cose bisognerebbe prendere con distanza ciò che si legge sui giornali. Si sa che quando viene riportato qualcosa è sempre diverso da come viene dichiarato, bisognerebbe informarsi meglio prima di esplodere".

Lorenzo e Rossi quasi amici?

Zamagni in studio stuzzica Dovizioso: "Nelle vittorie di Mugello e Barcellona Rossi sembra essere diventato il miglior amico di Lorenzo, stando alle dichiarazioni rilasciate... E' interessante come cambiano i rapporti da quando sei compagno di squadra a quando sei avversario". "E' molta facciata", taglia corto il pilota della Ducati.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche