Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
18 novembre 2018

Romano Fenati supera la Polizia: inseguimento e denuncia per resistenza a pubblico ufficiale

print-icon

Secondo "Il Resto del Carlino", Fenati sarebbe stato fermato dalla Polizia Stradale sulla A14 dopo un breve inseguimento: oltre al verbale per eccesso di velocità, sarebbe scattata anche la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale dopo aver inveito contro gli agenti. Avrebbe ricevuto una multa di 80 euro

FENATI, LETTERA E VERBALE

FENATI TORNA IN MOTO3

IL FOLLE GESTO DI FENATI A MISANO

Nella settimana in cui rientra a far parte della lista piloti Moto3 per il 2019, Romano Fenati torna a far parlare di sé per un episodio negativo. Secondo quanto riporta l'edizione di Ascoli Piceno del quotidiano "Il Resto del Carlino", il pilota marchigiano sarebbe stato fermato dalla Polizia Stradale sull'autostrada A14 al volante di un'Audi Q3 in zona Porto San Giorgio. Il fatto è accaduto nella serata di venerdì 16 novembre intorno alle 22. Fenati - che viaggiava in compagnia di una ragazza - avrebbe superato i limiti consentiti dalla legge, sorpassando un'auto della Polizia ad alta velocità. Dopo un breve inseguimento durato diversi chilometri, Romano avrebbe deciso di accostare in una piazzola di sosta. Come racconta "Il Resto del Carlino", al momento dei controlli e davanti alla richiesta dei documenti, Fenati avrebbe reagito male, infuriandosi e iniziando a inveire contro gli agenti. La conseguenza per il pilota ascolano è stata inevitabile: oltre al verbale per la violazione del codice della strada per eccesso di velocità, sarebbe scattata anche la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale. Romano avrebbe ricevuto una multa di 80 euro, che fa presupporre un eccesso di velocità non esorbitante. Inoltre sembra che il pilota stesse andando a trovare il nonno in ospedale, allertato per le sue condizioni dopo un intervento al cuore. Qualche giorno prima di questo episodio, lunedì 12 novembre, Fenati aveva annunciato il proprio ritorno in Moto3 con il Team Snipers della famiglia Cecchini, che lo aveva licenziato dopo il GP di Misano per via della folle manovra su Stefano Manzi nella gara di Moto2.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi