MotoGP 2019, Marc Marquez a Valentino Rossi: "Non gli tenderò più la mano"

MotoGp

Marc Marquez intervistato da Radio Marca: "Ho già teso la mano a Valentino e può bastare così". "Lo ammiro, sarà un rivale molto forte nel 2019", aggiunge il campione del mondo della Honda. Tra i piloti in lotta per il titolo anche Lorenzo: "Tra noi è tutto ok, zero tensioni"

TEST SEPANG, IL RACCONTO DELL'ULTIMA GIORNATA

I TEMPI: 1^ GIORNATA - 2^ GIORNATA

FOTO: 1^ GIORNATA - 2^ GIORNATA

Nel giorno della presentazione della Yamaha 2019, Marc Marquez ha un messaggio per Rossi. Il campione del mondo della Honda, intervistato da Radio Marca spiega: "Tendere la mano a Valentino? L'ho già fatto in passato, non lo farò più". "Non ho alcun tipo di rancore nei sui confronti e lo ammiro molto per quello sta facendo, spero di essere veloce come lui a 40 anni e di poter lottare per il titolo. Sarà un grande rivale in questa stagione", aggiunge Marquez. Il compagno di squadra di Rossi, Maverick Vinales, ha scelto di passare al numero 12, secondo alcuni perchè con quel numero aveva battuto anche Marc: "No, non credo che lui abbia questa ossessione. Oltretutto concentrarsi su un pilota in particolare da battere sarebbe solo controproducente".

"Lorenzo tra i rivali più pericolosi"

Tra i nomi principali nella lista dei favoriti al titolo c'è anche l'altro pilota della Honda, Jorge Lorenzo: "Quando arrivi in un team vincente, reduce da tre stagioni di successo, devi puntare in alto con l'obiettivo di stare davanti a tutti. Mi aspetto che Jorge lotti per il Mondiale - sottolinea Marquez - dopo Aragon ci siamo chiariti, non ci sono tensioni tra noi e ci troviamo bene anche fuori dalla pista. E' il mio compagno di squadra e allo stesso tempo il primo rivale da battere. Insieme aumenteremo il livello di competitività del Motomondiale".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche