EICMA, giornata piena e bagno di fan per Sky VR46

MOTOGP

Mario Lorenzo Passiatore

Al Salone del ciclo e del motociclo di Milano, i piloti del Team si sono intrattenuti con i tifosi, firmando autografi e regalando selfie. Vietti: “I capelli? Ci sono varie scommesse, potrei anche ritrovarmi senza”. Marini: “Puntiamo a migliorarci sempre”

Nieto: "Il 2020 sarà molto competitivo"

Una giornata dedicata interamente ai fan e ai partner. E’ stato il tour di Marini, Bulega, Vietti e Foggia che venerdì hanno trascorso diverse ore all’interno dei padiglioni dell’EICMA. Il più importante evento fieristico del mondo delle due ruote, giunto all’edizione numero 77. Una folla numerosa ad attendere i quattro piloti del Team che si sono ritrovati prima nell’area VR46 Riders Academy, spostandosi successivamente negli stand di Dainese, Dell'Orto e Akrapovic. I ragazzi hanno regalato selfie, autografi e gadget scambiando due chiacchere con i tifosi della scuderia, prima di dedicarsi interamente alle interviste.

Vietti all’Eicma: “I capelli? Dopo Valencia vedremo…”

A una gara dal termine del Mondiale, c’è voglia di concludere bene la stagione ma soprattutto ci sono ancora dei verdetti da scrivere, specie per Celestino Vietti Ramus che a Valencia ha un obiettivo ben preciso. “Arriviamo molto carichi – spiega Cele - nell’ultimo weekend abbiamo raccolto un po’ meno rispetto alle nostre possibilità. Vogliamo fare il meglio e portare a casa il “Rookie of the year”.
Vietti, nell’ultimo appuntamento in Malesia, è stato in lizza per la vittoria fino al traguardo, ora sono 24 i punti di vantaggio di Celestino sul giapponese Ai Ogura. “Sepang – prosegue - è stata la mia gara più bella, in generale il weekend più competitivo di sempre. Dobbiamo continuare così e poi dopo Valencia ci farà bene staccare un po’ e riposarci, anche se, come al solito, dopo una settimana di relax ci viene voglia di tornare in pista”.
Guai a toccare i capelli di Cele, l’ultimo vero taglio risale all’inizio del Mondiale. La scaramanzia prima di tutto, qualcosa potrebbe cambiare ma ora è meglio non dire proprio tutto. “Un pochino li spunto, ogni tanto li metto a posto. L’obiettivo – conclude - è di non tagliarli e di farli ancora crescere, però è meglio che non dica niente. Ci sono varie scommesse, aspettiamo la fine del mondiale perché potrei ritrovarmi senza”.

Marini: “L’obiettivo è fare sempre meglio”

E’ stata la miglior stagione di Luca Marini in Moto2, con 182 punti nella classifica mondiale ha incrementato il suo score di 35 lunghezze rispetto al 2018 e ha ancora un’altra gara per alzare ulteriormente l’asticella. “Vero – dice Maro - so che posso fare ancora meglio e possiamo migliorare anche come team. Purtroppo quest’anno abbiamo avuto un po’ di alti e bassi nei risultati. Dobbiamo lavorare un po’ di più sulla costanza, è la continuità che fa la differenza in un campionato. Ho imparato tanto, sono cambiate diverse cose come la moto e le gomme. L’obiettivo è finire bene questa stagione”.
Nel 2019, Marini con le due vittorie consecutive in Thailandia e Giappone, ha eguagliato la miglior striscia positiva in Moto2 del Team che apparteneva a Pecco Bagnaia. Ironia della sorte, il pilota piemontese aveva vinto le stesse tappe nel 2018. Un vero passaggio di consegne. “Mi fa enorme piacere, queste situazioni però devono essere uno stimolo per migliorarci sempre, non un semplice traguardo”.

I quattro piloti Sky VR46 fanno visita ai partner
Eicma, la folla accoglie i piloti

I più letti