Moto2, GP Valencia. Pole di Navarro, MV terza con Manzi

MOTOGP

Paolo Lorenzi

A Valencia la casa varesina torna in prima fila a distanza di 43 anni. Sfida Di Giannantonio-Bastianini per il titolo di rookie dell’anno

Tutti a seguire col cuore in gola quell’ultimo giro di Thomas Luthi. L’unico in grado di togliere alla MV il sogno del terzo posto e della sua prima fila nella stagione del debutto. Anzi, del ritorno del glorioso marchio lombardo sulla scena delle competizioni. A 43 anni di distanza dall’ultimo successo, con Agostini. Il pilota svizzero era sotto la pole di Navarro, fino a poche curve dal traguardo. Ha perso più di due decimi sul traguardo. E Stefano Manzi a quel punto ha potuto liberare le sue emozioni per il terzo posto conquistato alle spalle dell’ottimo Martin e del poleman Navarro: “Ho fatto qualche piccolo errore, comunque un risultato fantastico per noi… Da fuori non si capisce lo sforzo fatto per arrivare fin qui”.

 

In gara non sarà facile però, gli spagnoli sono i favoriti in casa e sia Navarro sia Martin sono a caccia del primo successo in Moto2. E non bisogna sottovalutare Luca Marini, quarto a meno di due decimi. Da seguire anche la gara di Bastianini (nono in griglia) e Di Giannantonio (sesto), in lizza per il titolo di rookie della stagione, col romano avanti di soli sei punti.

 

È mancato del tutto invece il neo iridato Alex Marquez che, salvo sorprese, difficilmente potrà salutare il suo pubblico dal podio, partendo dalla quindicesima casella. Si è difeso fino a un certo punto Pasini, più efficace nelle Libere e infine dodicesimo in qualifica. Causa caduta Nicolò Bulega non è riuscito ad andare oltre il diciottesimo posto. Comunque meglio di Bezzecchi, ventesimo, ma soprattutto di Baldassari, ventitreesimo, che rischia di chiudere con l’ennesima prova anonima un campionato iniziato invece col favore dei pronostici (e ben tre vittorie nelle prime quatto gare).

La griglia di partenza

Moto2, la griglia di partenza

I più letti