Vietti si racconta: “Ho perso una scommessa e ho pagato pegno"

MOTOGP

Mario Lorenzo Passiatore

Prima di andare in vacanza il pilota di Ciriè ha parlato dei momenti clou del 2019, il nuovo compagno Migno, le ambizioni per il 2020 e poi una scommessa (persa) col suo box: “Mi hanno chiesto simpaticamente di vincere una gara dopo il Giappone, altrimenti mi avrebbero tagliato i capelli. E' andata male e le scommesse si pagano”

Locatelli: "Annata eccitante, ora abbiamo fame di vittorie"

Si può vincere il “Rookie of the year” e perdere contestualmente una scommessa col box. E’ andata più o meno così, almeno nel caso di Celestino Vietti che dopo l’ultima gara di Valencia ha dovuto pagare pegno. Colpa di un patto interno fatto in Giappone, in albergo. “Se non vinci una gara da qui alla fine, ti rasiamo i capelli. Solo di lato”. Questa la proposta dello staff, poi accettata non troppo di buon grado da Cele, che non li tagliava dall’inizio del Mondiale. Scommessa persa, con i tecnici Sky VR46 che si sono improvvisati hairstylist per un giorno. Il risultato non è stato quello sperato, tanto che il rookie di Ciriè ha dovuto poi risistemarli. Ma si trattava di una scommessa, tecnici e telemetristi non sono certo avvezzi a tali tagli. Sistemata la testa Vietti si è raccontato a 360°.

 

Stagione da incorniciare, sei cresciuto tanto (i risultati dicono più di tutti), hai trovato continuità esprimendo un gran potenziale.

“Secondo me è stata una grande stagione, siamo riusciti a fare notevoli passi avanti durante tutto l’anno, grazie soprattutto al supporto del Team. Ci siamo preparati per fare una bella stagione per il 2020 e speriamo di essere competitivi”.

 

I tre momenti più belli del 2019: se dovessi raccontarlo in tre foto, quali sceglieresti?

“Sicuramente i tre podi di Jerez, Barcellona e Motegi, in fondo sono i tre risultati importanti della stagione. Però se devo aggiungerne un altro non posso che dire Sepang. In Malesia siamo stati velocissimi ed è forse dove abbiamo pensato realmente di vincerla fino alla fine”.

 

Rookie dell’anno in Moto3, sappiamo però che hai perso una scommessa con il tuo box. Di cosa si tratta?

“Mi hanno chiesto simpaticamente di vincere una gara dopo il Giappone, altrimenti mi avrebbero tagliato i capelli. In realtà, non avevo tante chance perché da Motegi in poi mancavano tre gare. Mi è dispiaciuto parecchio perché li crescevo dall’inizio del mondiale, me li hanno tagliati i ragazzi del box. Non benissimo, infatti ho dovuto risistemarli. Però le scommesse sono cosi, si pagano”.

 

Tre favoriti per il Mondiale 2020 e se in questi tre ci metteresti anche Vietti.

“Ti dico subito Arbolino, Masia e Antonelli. Io preferisco non mettermi in questa cerchia. Un po’ perché è prematuro dirlo, un po’ per scaramanzia e poi questa è una cosa che dovrebbero dire gli altri più che il diretto interessato”.

 

Migno sarà il tuo nuovo partner, dividerete il box. Vi conoscete già, raccontaci un po' di lui.

Sì, ci conosciamo, ci alleniamo insieme. E’ un ragazzo veramente simpatico e solare, riesce sempre a strappare un sorriso a tutti, crea un’atmosfera di serenità all’interno del box e poi mi ci trovo molto bene, viene spesso anche a casa. Speriamo di fare un bel gioco di squadra in pista per cercare di essere sempre davanti. E’ presto per dirlo, ma sarei contentissimo di giocarmi le gare sempre con Migno. Nell’ultima parte di stagione è stato davvero competitivo”.

 

Adesso si stacca la spina per un po’, pronti a ricaricare le pile per la nuova stagione. Cosa farai in vacanza?

“Tornerò a Torino e starò a casa con la famiglia e gli amici. Vedrò come organizzarmi, comunque sarà un posto di montagna, adesso non ho nulla di programmato ma cercherò di stare il più possibile con la famiglia perché durante l’anno non ci sono mai”.

I più letti