Superbike 2020, test Portimao: brilla Razgatlioglu, Redding e Baz vicini

MotoGp
Edoardo Vercellesi

Edoardo Vercellesi

Il miglior crono dei due giorni di test a Portimao è di Razgatlioglu, che precede Redding e Baz. I primi tre racchiusi in meno di due decimi. Caricasulo il migliore tra gli italiani, Bautista ancora lontano

Si chiude nel segno di Toprak Razgatlioglu la due giorni test Superbike a Portimao, ultima sessione di prove prima della trasferta di Phillip Island. Sui saliscendi della pista portoghese, il nuovo acquisto di casa Pata Yamaha ha staccato il miglior tempo in 1’40”804 confermando l’ottimo feeling trovato con la sua nuova moto. Scott Redding lo segue a brevissima distanza, a soli settantanove millesimi, con Loris Baz terzo a due decimi scarsi (+0''190) che prosegue il lavoro di comparazione tra Yamaha R1 2019 e 2020. Con la quarta piazza di Michael Van Der Mark si riconferma il poker di piloti che ha occupato le migliori posizioni nella prima giornata.

Tante le cadute e le bandiere rosse che hanno interrotto le prove di oggi. Dopo diversi turni senza un tempo di grido, Chaz Davies ha finalmente portato la propria Ducati nella top-5 a sei decimi dal leader. Nel team italiano c’è fiducia nelle prestazioni del gallese, così come incoraggianti sono i segnali dati da Leon Haslam che chiude sesto con la nuova Honda CBR-RR Fireblade, a otto decimi da Razgatlioglu. Settima e ottava le BMW di Tom Sykes ed Eugene Laverty, a posizioni invertite rispetto a ieri. Chiudono le prime dieci piazze le due Yamaga GRT di Federico Caricasulo e Garrett Gerloff.

In undicesima posizione troviamo Michael Ruben Rinaldi (Team GOELEVEN), che precede Leandro Mercado (Motocorsa Racing), Xavi Fores (Kawasaki Puccetti Racing), Sylvain Barrier (Brixx Performance). Quindicesimo Christophe Ponsson davanti ad Alvaro Bautista, che prosegue con l’adattamento e lo sviluppo della Honda. Sandro Cortese è stato diciassettesimo con la Ducati del Team Barni Racing, che però può festeggiare il ritorno in sella di Leon Camier: nonostante le difficoltà di ripresa della spalla sinistra operata, l’inglese ha riallacciato il casco per compiere i primi giri del suo 2020.

I primi 6 della seconda giornata a Portimao

1) Toprak Razgatlioglu (PATA YAMAHA WORLDSBK OFFICIAL TEAM) 1’40”804

2) Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati) +0.079

3) Loris Baz (Ten Kate Racing Yamaha) +0.190

4) Michael van der Mark (PATA YAMAHA WORLDSBK OFFICIAL TEAM) +0.622

5) Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) +0.795

6) Leon Haslam (HRC Team) +0.851

In Supersport tutti dietro a Cluzel

Tra le Supersport Jules Cluzel si conferma il più veloce del lotto in 1’44”385, tempo che sostanzialmente fotocopia quello ottenuto nella prima giornata. Secondo Andrea Locatelli, in cerca di un ruolo da protagonista nella sua prima stagione nella categoria; stesso discorso per Steven Odendaal, terzo. A completare il plotone delle 600cc Lucas Mahias in quarta piazza, Corentin Perolari quinto, Philipp Oettl sesto, poi Hikari Okubo, Can Oncu, Danny Webb, Jaimie Van Sikkelerus e Patrick Hobelsberger, undicesimo.

I più letti