MotoGP, annullato il GP del Qatar. Correranno solo Moto2 e Moto3. Le reazioni

MotoGp

Ufficializzata la cancellazione del GP del Qatar di MotoGP, primo appuntamento della stagione 2020 del Motomondiale, a causa dell'epidemia di coronavirus. Correranno invece Moto2 e Moto3, perché le squadre sono già a Losail avendo concluso in queste ore i test invernali

MOTO2 E MOTO3, QATAR: LE LIBERE MINUTO PER MINUTO

L'allarme coronavirus in Qatar ha costretto DORNA ad annullare il GP inaugurale della MotoGP. Nel paddock si era sparsa la voce nel pomeriggio che i team fossero stati informati di dover partire il prima possibile a causa di previste restrizioni da parte del governo locale sull'accesso dei cittadini italiani. In serata il Qatar ha chiuso le frontiere a meno di osservare un periodo di quarantena di quattordici giorni, troppo per un gp previsto per domenica prossima. Così sono partite le telefonate di Dorna per fermare gli Italiani pronti a imbarcarsi per il Qatar. Dorna ha comunicato ai team di Moto2 e Moto3, già tutti a Doha per i test conclusi nella domenica, che le loro gare si disputeranno regolarmente. Perciò quella di MotoGP non sarà recuperata. Successivamente è arrivato anche il rinvio del GP della Thailandia.

Brivio (Suzuki): "Decisione da rispettare, salute è priorità"

Le prime parole del team manager Suzuki Davide Brivio dopo la decisione di Dorna. "E' un vero peccato dover annullare questa prima gara della stagione, dato che eravamo davvero tutti pronti per iniziare. Ma in questo momento la cosa più importante è la sicurezza delle persone e dobbiamo rispettare la decisione presa dalle autorità locali e dai funzionari della MotoGP. È un momento delicato e strano per tutti e dobbiamo valutare gara per gara. Vorrei augurare buona fortuna a coloro che correranno in Moto2 e Moto3 il prossimo fine settimana, e spero che potremo tornare presto in pista", ha commentato Brivio.

Bagnaia: "Sono triste, non vedevo l'ora di iniziare"

Tra i piloti italiani della MotoGP c'è Pecco Bagnaia. Il campione del mondo della Moto2 2018 ha reagito così alla notizia dell'annulamento del weekend in Qatar. "Questa mattina mi sono svegliato e ho pensato 'Sì, finalmente martedì partirò per il Qatar'. Non vedevo l'ora, ho lavorato e mi sono allenato duramente per essere pronto per la nuova stagione. Sono triste ma non possiamo fare nulla per cambiare la situazione", ha scritto il pilota del Team Pramac su Instagram. 

MOTOGP: SCELTI PER TE