MotoGP, GP Thailandia rinviato per coronavirus

coronavirus

Il GP in Thailandia, previsto per il 22 marzo, è stato ufficialmente rinviato: lo hanno comunicato i vertici del Motomondiale FIM, IRTA e DORNA. L'obiettivo è di riuscire a riprogrammarlo entro la fine della stagione. La decisione arriva dopo le dichiarazioni rilasciate in mattinata dal vicepremier thailandese e ministro della sanità Arnutin Charnvirakul: "Dobbiamo concentrarci sulla pandemia. Dobbiamo rimandare la gara fino a nuovo avviso. E' nell'interesse del Paese e dei partecipanti"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Il Gran Premio della Thailandia di MotoGP in programma il 22 marzo è stato ufficialmente rinviato a causa dell'epidemia di coronavirus. Lo hanno comunicato attraverso una nota congiunta FIM (Federazione Internazionale di Motociclismo), IRTA (Associazione Internazionale delle scuderie) e DORNA (società organizzatrice del Motomondiale), che ora puntano a riprogrammare la gara entro la fine della stagione (ultimo GP a Valencia il 15 novembre). La decisione conferma sostanzialmente la posizione del vicepremier thailandese e Ministro della Sanità Anutin Charnvirakul, che in mattinata aveva dichiarato: "Dobbiamo prima concentrarci sulla pandemia. Dobbiamo rimandare la gara fino a nuovo avviso. "È nell'interesse del Paese e dei partecipanti". A questo punto la MotoGP si dà appuntamento per il 5 aprile con il GP degli Stati Uniti (gara alle 21).

Qatar, in pista solo Moto2 e Moto3

L'annuncio arriva il giorno dopo la cancellazione del Gran Premio del Qatar, prima gara della stagione, che si sarebbe svolta l'8 marzo. Diversi altri eventi motoristici sono già stati annullati o rinviati a causa del Covid-19, tra cui il GP di Cina Formula 1 in programma per il 19 aprile a Shanghai e un evento di campionato di Formula E in programma per il 21 marzo a Sanya, sull'isola cinese di Hainan.

MOTOGP: SCELTI PER TE