MotoGP, mercato piloti: Petrucci in visita alla sede della KTM. Indizio per il futuro?

MotoGp
Antonio Boselli

Antonio Boselli

Da un futuro incerto in MotoGP a un contratto da pilota ufficiale, questa potrebbe essere la pazza storia di Danilo Petrucci in questo strano 2020

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Danilo Petrucci ha fatto visita con il suo manager Alberto Vergani nel quartier generale della KTM che dopo la decisione di Pol Espargaró di passare alla Honda HRC nel 2021, ha voluto incontrare il pilota italiano per discutere di un possibile futuro insieme. Il colloquio e la visita all’azienda sono stati molto positivi, a Petrucci sono piaciuti la serietà e la trasparenza con cui hanno parlato Pit Beirer e Mike Leitner, i due responsabili del team. Ugualmente Petrucci ha fatto un’ottima impressione, una conferma per un pilota che gode di un’ottima reputazione nel paddock. La KTM, anche dopo l’addio di Espargaró, sta cercando una persa seria, che lavori sodo, che sappia fare squadra e che sia vincente. Quattro caratteristiche che si addicono a Petrucci che oltretutto ha guidato praticamente tutta la carriera una Ducati e può portare la sua esperienza per lo sviluppo della Ktm, che se non è identica, quanto meno gli assomiglia. In questo quadro idilliaco, per ora però manca un’offerta scritta che potrebbe arrivare presto. A quel punto, sarà difficile, se non impossibile per Danilo dire di no anche se c’era anche un interessamento dell’Aprilia. La casa italiana però non si muoverà prima di sapere il destino di Andrea Iannone, verosimilmente verso fine estate, forse troppo tardi per Petrucci che potrebbe già aver firmato un contratto del tutto inaspettato fino a qualche settimana fa.

MOTOGP: SCELTI PER TE