MotoGP, infortunio Marquez: nervo radiale non sarebbe interessato. Martedì l'intervento

MotoGp
Sandro Donato Grosso

Sandro Donato Grosso

Dopo la caduta a Jerez de la Frontera, il pilota della Honda è tornato a Barcellona dove verrà sottoposto a intervento chirurgico martedì mattina: frattura dell'omero e condizioni del nervo radiale da valutare, anche se filtra ottimismo in proposito. Salterà sicuramente il GP dell'Andalusia, ma se il nervo non è interessato c'è l'ipotesi di rivederlo in pista a Brno il 9 agosto

MARQUEZ VUOLE PROVARE A CORRERE A JEREZ! LE NEWS LIVE

I giorni di pausa tra il primo e secondo GP vissuti nel caldo torrido di Jerez per la quasi totalità del paddock che è rimasta qui (anche per non dover affrontare un nuovo tampone) è incentrata sull’attesa e sulle riflessioni. Attesa per le notizie che arriveranno nei prossimi giorni da Barcellona dove Marquez si sottoporrà a breve - martedì mattina - all’operazione all’omero del braccio destro. Riflessioni sul nuovo volto che può prendere questa stagione: Marquez entrerà in sala operatoria a breve, come detto, e a margine dell’intervento si potrà iniziare a pensare alla data del possibile rientro. In teoria si potrebbe anche ipotizzare di rivederlo in pista per Brno prevista per il 9 agosto. "E’ presto per dirlo, prima è necessario riparare l’articolazione e far sì che l’osso sia ben drenato – sottolinea il Dott. Mir al cui staff è affidata l’operazione - la priorità è ovviamente scongiurare il fatto che non ci siano problemi al nervo radiale, ma parrebbe di no anche se il condizionale è d’obbligo".

La decisione della Honda per "Jerez 2"

Il numero di GP che Marc salterà - a Jerez non verrà sostituito dalla Honda - impatta inevitabilmente sull’essenza di questo Campionato fatto da gare a ripetizione. Chi ne dovrà provare ad approfittare sono i due antagonisti Yamaha e Ducati. Se Iwata propone subito un attacco a due punte con Quartararo e Vinales, Borgo Panigale ha ritrovato il pilota che c’è sempre e porta a casa, sempre, il risultato: Andrea Dovizioso. Un terzo posto a Jerez pesa tenuto conto che i GP d’agosto sono favorevoli al Team di Dall’Igna che mai come oggi avrebbe bisogno di un futuro delineato e di serenità. Discorso a parte per Valentino Rossi che si porta dietro una moto non efficiente alle alte temperature che nella prima gara dell’anno si è anche fermata. Per giocarsela occorre che il Dottore e il suo gruppo di lavoro trovino assieme una soluzione perché il caldo sarà un compagno di viaggio per buona parte del campionato.

Le condizioni di Crutchlow e Rins

Il GP di Spagna è stato caratterizzato da altri infortuni, quelli di Cal Cruthlow e Alex Rins. Il dottor Mir interverrà anche per sistemare la frattura allo scafoide del britannico che corre per il Team LCR. Crutchlow già nella giornata di giovedì dovrebbe rientare a Jerez de la Frontera e, attorno alle 13.30, avere l'ok per poter scendere in pista. Micorfrattura all'omero e lussazione alla spalla, invece, per Rins che pure dovrà sottoporsi al controllo per capire se potrà affrontare o meno il weekend. L'idea della Suzuki è di puntare tutto su di lui senza convocare il collaudatore Guintoli (che comunque è stato allertato).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.