Marquez operato per la seconda volta al braccio: placca danneggiata

MotoGp
Antonio Boselli

Antonio Boselli

A distanza di 13 giorni, Marc Marquez è tornato in sala operatoria per sostituire la placca in titanio che era stata usata per ridurre la frattura all’omero destro. La sua assenza a Brno sembra scontata

MARQUEZ SALTA ANCHE MISANO: LE NEWS

Quello che sembrava un recupero record per Marc Marquez, potrebbe trasformarsi in un decorso molto più complicato del previsto. 13 giorni fa, il pilota della Honda era stato operato a Barcellona per ridurre la frattura all’omero destro infortunato nella prima gara del motomondiale. Marquez con l’avvallo dei medici, era tornato in pista dopo solo quattro giorni dall’operazione per provare a correre il gran premio. Un tentativo coraggioso, ma inutile visto che Marquez ha dovuto dare forfait e forse a questo punto anche dannoso. La placca di titanio inserita originariamente, infatti, è stata sostituita perché danneggiata dall’eccessivo stress accumulato in quei pochi giri, “la prima operazione era perfettamente riuscita – riferisce il Dotto Xavier Mir che ha operato Marquez – non ci aspettavamo che la placca fosse insufficiente”. Marquez sta bene, si è sempre attenuto ai protocolli medici e non ha provato dolore, ma dopo l’operazione dovrà rimanere in ospedale per le prossime 48 ore. Nel comunicato della Honda non vengono specificati i tempi di recupero, ma la sua assenza a Brno pare scontata e considerate le complicazioni occorse con la prima placca, non è escluso che i tempi di recupero si allunghino ulteriormente.

 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche