MotoGP Brno, Zarco: "Fatico a credere di aver fatto la pole, sogno la Ducati ufficiale"

gp brno

Il francese ha conquistato la pole a Brno davanti al connazionale Quartararo. Un risultato straordinario per il team satellite Ducati Avintia: "Siamo cresciuti, ma devo ancora conoscere meglio questa moto per gestirla bene, soprattutto per il passo gara", spiega Zarco

MOTOGP, LA GARA GIRO DOPO GIRO

Zarco difficilmente dimenticherà questa data: 8 agosto 2020, nuovamente in pole in MotoGP a Brno. Per il francese è uno spartiacque, una svolta per mettersi alle spalle un periodo fatto di alti e bassi: l’esperienza positiva in Tech3 e quella negativa in KTM, passando per la delusione alla Honda. Le qualifiche di Brno inaugurano definitivamente la nuova era Zarco: la rinascita è arrivata grazie all’opportunità data dal team Avintia Ducati, una squadra che lavora sodo, con il supporto e la dedizione costante di Rubén Xaus, ex pilota oggi team manager. Per quanto il gruppo sia affiatato, persino Zarco è rimasto sorpreso da questo risultato: "Faccio fatica a credere di aver conquistato la pole, anche se abbiamo fatto un buon lavoro già a partire dal venerdì. Siamo cresciuti, ma devo ancora conoscere meglio questa moto per gestirla bene, soprattutto per il passo gara che è un po' più difficile da tenere. Da venerdì, con la gomma nuova, avevo più capacità di fare un giro secco buono e questo era positivo per arrivare subito in Q2. Con la prima gomma non sono andato fortissimo, ma con il calore era difficile trovare il grip al posteriore. Con la seconda gomma ero più attaccato agli altri, quindi è stato più facile gestire il grip, così è arrivato il tempo della pole. Significa che la moto va molto bene. La cosa importante è fare la cosa giusta al momento giusto: quando ci riesci, allora salta fuori un bel giro".

Zarco: "Questa Ducati ha un grande potenziale"

approfondimento

Chapeau Zarco, è in pole a Brno. 3° Morbidelli

Zarco non ha mai nascosto che il suo sogno è quello di poter guidare un giorno una Ducati ufficiale: "Questa Ducati ha un potenziale grandissimo, ma c’è ancora un bel cammino davanti se voglio lottare per una vittoria. La Ducati ufficiale sarebbe un sogno, tanti piloti desiderano quel posto. Io ho già avuto una grande opportunità dalla Ducati, che ha investito molto di più nel team Avintia e grazie a questo siamo tornati a un buon livello. Questa è già una soddisfazione. Io devo impegnarmi, se poi dovessi arrivare a meritare la Ducati ufficiale, allora sarebbe un grande risultato. Ciò che mi motiva è che diversi piloti con diversi stili di guida sono riusciti ad andare forte con la Ducati, da Miller e Dovizioso, passando per Lorenzo, significa che questa è una buona moto".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport