Superbike, gara-2 di Barcellona a Davies su Ducati

sbk
Edoardo Vercellesi

Edoardo Vercellesi

Gara 2 della Superbike a Barcellona è affare di Davies, che vince di forza su Van Der Mark e il rookie Gerloff. L’olandese si aggiudica invece la Superpole Race. Rea meglio nella sprint che nel pomeriggio, Redding lontano

La domenica di Barcellona ha regalato parecchie sorprese e due gare spettacolari, in una Superbike che si rivela sempre più divertente. Il primo dei colpi di scena è stato purtroppo l’infortunio di Toprak Razgatlioglu, caduto nel warm up alla curva 13 ricevendo un forte colpo alla zona delle costole che ha costretto i medici a dichiararlo unfit per le gare. Da lì in poi, però, si è scatenato l’inferno in pista e sia Superpole Race che Gara 2 sono state molto interessanti.

La Superpole Race

La gara sprint è andata a Michael Van Der Mark davanti a Jonathan Rea: i due si sono giocati la testa della corsa con Alvaro Bautista, ma quando lo spagnolo è caduto Rea ha dovuto chiudere il gas per evitarlo perdendo la coda della velocissima Yamaha #60. Sorprendentemente terzo Loris Baz, mentre giù dal podio sono giunti Chaz Davies, Garrett Gerloff e Michael Ruben Rinaldi. Solo ottavo Scott Redding, che termina tra Alex Lowes e Tom Sykes afflitto da problemi di grip.

La cronaca di Gara 2

Nel pomeriggio le Yamaha si sono dimostrate nuovamente rapide, ma mentre Baz è tornato ai margini della top-10, Gerloff ha ulteriormente alzato il livello e ha lottato insieme a Van Der Mark per il podio, mentre la vittoria è andata a un imprendibile Davies. Il ducatista è scattato molto bene e ha ingaggiato un bel duello con Rinaldi, in seguito superato anche dalle due R1 e purtroppo ritirato a causa di un problema tecnico. Van Der Mark ha potuto attaccare il gallese una sola volta, ricevendo pronta risposta e staccandosi poi fino a commettere un errore che ha permesso a Gerloff di passargli davanti. L’americano ha poi vanificato il sorpasso con un lungo all’ultimo giro, alla curva 10. Davies, Van Der Mark e Gerloff dunque sul podio, mentre i contendenti al titolo Rea e Redding si “accontentano” della quarta e della sesta posizione, separati da Sykes. Più indietro, Eugene Laverty vince la battaglia per la settima piazza contro Lowes, Leon Haslam e Baz; fuori dalla top-10 invece Jonas Folger, Federico Caricasulo, Lorenzo Zanetti, Takumi Takahashi e Xavi Fores, rallentato da un problema tecnico. Non è nemmeno partito Bautista, a causa presumibilmente di un guasto alla sua Honda. A terra per un contatto un furibondo Samuele Cavalieri.

sbk
sbk

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche