Moto2, GP Francia, qualifiche: a Le Mans pole di Joe Roberts. 5° Bezzecchi, 6° Marini

moto2

Paolo Lorenzi

Il californiano Joe Roberts realizza il miglior tempo nelle qualifiche della Moto2 sul circuito di Le Mans: il pilota americano ha preceduto Sam Lowes e Gardner. 5° Bezzecchi dello Sky Racing Team VR46 davanti al compagno di squadra Luca Marini: il fratello di Rossi ha corso nonostante il dolore alla caviglia dopo la caduta del venerdì

GP FRANCIA, LA GARA DI MOTOGP LIVE

È la terza pole per un pilota che in classifica occupa solo il decimo posto, in gara ha centrato un solo podio quest’anno, ma in qualifica, quando vuole, dimostra di essere comunque tra i più veloci. Questo è Joe Roberts, ventitreenne di Malibu, aria da surfista californiano (ma nessuna parentela con il “marziano” famoso a cavallo degli anni ’70-’80). Il pilota del Tennor American Racing è riuscito ad essere più rapido persino di uno specialista delle qualifiche come Sam Lowes, finito alle sue spalle. Terzo Gardner, quarto Martin nonostante la doppia caduta.

Marini più forte del dolore: è 6° dietro a Bezzecchi

vedi anche

MotoGP, la griglia di partenza del GP di Francia

Il vero protagonista delle giornata è però Luca Marini, che è riuscito ad agguantare il sesto posto nonostante la caviglia gonfia (ma non rotta) per la brutta caduta di venerdì pomeriggio. Con l’aiuto di Bezzecchi, nelle libere Luca è riuscito a superare lo scoglio dell’accesso diretto alla Q2. "Avrei potuto fare anche meglio in qualifica, prendermi persino la seconda fila- ha detto Marini -. Un piccolo errore per una scalata sbagliata proprio per la caviglia gonfia mi ha fatto perdere quel decimino che poteva fare la differenza. Per la gara dovremo cercare di cambiare qualcosa sulla moto". L’amico Bezzecchi proprio all’ultimo tentativo gli ha fatto il “dispetto” di arrivargli davanti. Ma anche il riminese è in forma per la gara (e comunque è in lotta per il Mondiale dove oggi occupa la terza posizione). Il rivale diretto, Enea Bastianini, caduto sabato mattina in FP3 non è poi andato oltre il nono posto in qualifica. Ma in gara, con tanti giri da percorrere, l’incognita delle gomme e delle temperature basse, potrebbe succedere di tutto. Incognite che toccano anche Fabio Di Giannantonio che dopo la brutta caduta di venerdì mattina partirà dalla undicesima casella. Di fianco a Stefano Manzi, decimo con la MV Agusta.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche