MotoGP, Mugello. Bagnaia: "La morte di Dupasquier mi ha scosso, non sarei partito". VIDEO

lo sfogo

Zero punti per Bagnaia al Mugello, a causa di una caduta poco dopo la partenza: "Non ha senso parlare della gara, abbiamo perso un ragazzino di 19 anni. Il minuto di silenzio prima della gara mi ha scosso parecchio, non ero per niente concentrato", ha detto il pilota Ducati al microfono di Guido Meda

LA CADUTA DI BAGNAIA - GLI HIGHLIGHTS DELLA GARA

Domenica da dimenticare per Bagnaia al Mugello. Pecco è caduto al secondo giro prima dell’Arrabbiata 2, scivolando al terzo posto nel Mondiale. Dopo il GP, il pilota Ducati ha parlato a Sky Sport: "La mia caduta? Non ha senso parlare della gara. Oggi la cosa principale era un’altra: abbiamo perso un ragazzino di 19 anni. Secondo me la diffusione della notizia non è stata gestita bene: era già difficile accettarlo ieri, oggi il minuto di silenzio prima della gara mi ha scosso parecchio. Non ero per niente concentrato in gara. Se fosse successo a un pilota di MotoGP, probabilmente non avremmo corso. Non è una bella pagina per il nostro sport. Sono situazioni brutte, non me ne frega niente della caduta, pensiamo al prossimo GP a Barcellona".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche