MotoGP, orari e dove vedere il GP di Germania

guida tv
©IPA/Fotogramma

La MotoGP ritrova il Sachsenring, circuito estromesso nel 2020 a causa del Covid. Il GP di Germania è tutto in diretta su Sky Sport MotoGP, Sky Sport Uno, su TV8 e in streaming su NOW. Ecco gli orari delle gare di domenica 20 giugno: Moto3 alle 11, Moto2 alle 12:20, MotoGP alle 14. Nessuna sovrapposizione con la gara di Formula 1 in Francia, che scatterà alle 15 (live su Sky Sport F1)

GP GERMANIA, LA GARA DELLA MOTOGP LIVE

GP Germania, il programma su Sky

Domenica 20 giugno

Ore 8.35: warm up Moto3, Moto2, MotoGP

Ore 10.30: Paddock Live

Ore 11: gara Moto3     

Ore 12: Paddock Live

Ore 12.20: gara Moto2       

Ore 13.15: Paddock Live

Ore 13.30: Grid

Ore 14: gara MotoGP       

Ore 15: Zona Rossa

Ore 15.45: Paddock Live

Ore 18: Race Anatomy MotoGP

La MotoGP ritrova il GP Germania

La MotoGP torna al Sachsenring, circuito nel Land della Sassonia, estromesso lo scorso anno dal calendario a causa del Covid. Nel fine settimana si corre l'ottavo appuntamento del Motomondiale 2021 e Fabio Quartararo (Yamaha), leader della classifica, arriva in Germania con 115 punti, seguito da un terzetto di piloti Ducati: Johann Zarco (101), Jack Miller (90) e Pecco Bagnaia (88). Lunedì 7 giugno la classe regina ha sostenuto una giornata di test a Barcellona che ha evidenziato l'ottima forma delle Yamaha ufficiali, testimoniata dal miglior tempo di Maverick Vinales, seguito proprio da Quartararo. "Non è il mio tracciato preferito" ammette il francese, che nell'unico precedente con la MotoGP fu costretto a fermarsi per un ritiro.

Le caratteristiche del Sachsenring

Con la sua configurazione tortuosa (10 curve a sinistra, tre a destra, per 3,7 km di lunghezza) il Sachsenring è la pista più corta del campionato. In passato è stata terreno di caccia per il team Repsol Honda, che ha trionfato ogni anno dal 2010. Marc Marquez ha dominato in tutte e sette le partenze nei GP della classe regina in sella alla Honda. Nei test lo spagnolo ha ottenuto l'undicesimo tempo, ma soprattutto ha messo insieme 87 giri, numero record dal suo ritorno dopo l'infortunio. Domenica non pensa alla vittoria. Piuttosto si augura di "essere più competitivo dal punto di vista fisico". E magari interrompere la serie di cadute accumulate nelle ultime gare, tre di fila tra Le Mans, Mugello e Montmeló.

La carica di Bagnaia e Miller

Oltre alla coppia Quartararo-Vinales, puntano in alto i piloti ufficiali Ducati. A causa del suo layout "al Sachsenring la Desmosedici non è tra le favorite", sottolinea Miller, terzo a Barcellona, "ma quest'anno siamo riusciti a essere competitivi anche su piste che avrebbero dovuto metterci in difficoltà". In effetti la Ducati ha vinto solo una volta al Sachsenring, nel 2008 con Casey Stoner. Dei cinque podi conquistati dalla casa di Borgo Panigale, il più recente è il terzo posto ottenuto da Andrea Dovizioso nel 2016. Questo però non scoraggia Bagnaia: "Siamo alla penultima gara prima della pausa estiva. È un momento molto importante per il campionato e sarà fondamentale riuscire ad ottenere un buon risultato questo fine settimana". La pista tedesca "sicuramente non è una delle più adatte alle caratteristiche della nostra moto - aggiunge Pecco - ma sono fiducioso di poter far bene. Come sempre sarà importante riuscire ad essere competitivi fin dalle prime battute del weekend".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche