Superbike, verso il round di Assen: Toprak Razgatlıoglu, adesso comanda lui

SBK
sbak_2021_razgatloglu

Tutto pronto ad Assen per la grande sfida Razgatlioglu vs Rea, Yamaha contro Kawasaki. Sabato Gara 1 e Domenica Gara 2 Superbike alle 14, Superpole Race Domenica alle 11. In pista anche SuperSport e SuperSport300. Tutto live su Sky Sport MotoGP

LO SPECIALE SUPERBIKE

Toprak Razgatlioglu si presenta ad Assen da leader del campionato. I due punti di vantaggio su Jonathan Rea sono un niente guardando alla classifica quando mancano ancora 9 round, ma rappresentano un messaggio chiaro recapitato al 6 volte campione della Kawasaki: la battaglia per il titolo è solo all’inizio e sarà tostissima. JR01 lo ha capito benissimo.

Il ventiquattrenne del factory team Yamaha quest’anno ha già portata a casa 3 vittorie (quante nell’intero 2020) e si appresta ad uguagliare la miglior prestazione in sella ad una R1 dai tempi di Marco Melandri (4 successi nel 2011). Ad Assen l’ultima volta di una Yamaha davanti a tutti risale a 12 anni fa con Ben Spies in Gara 1 nel 2009. Mai come quest’anno i presupposti per aggiornare la statistica ci sono tutti, visto lo stato di forma e la consistenza di Razgatlioglu, che alla guida spettacolare sta abbinando una costanza di risultati impressionante.
 

La testa della classifica, davanti a Jonathan Rea, ci regala anche l’occasione per fare un salto indietro nella carriera del leader del WSBK. Toprak Razgatlioglu ha debuttato nel mondiale delle derivate di serie in sella alla Kawasaki del Puccetti Racing nella stagione 2018. Non era uno sconosciuto all’epoca, essendosi già messo in luce nella Superstock, prima 600 e poi 1000. Da rookies nelle “big bikes” sale due volte sul podio ed è il miglior debuttante dell’anno in SBK.

Nel 2019 il ragazzo, oggi ventiquattrenne, consolida le sue performance: 13 podi con ben 2 vittorie nel round francese di Magny-Cours che gli valgono il titolo di miglior pilota Indipendente. La stagione 2020 è quella del passaggio in Yamaha. La Kawasaki si lascia sfuggire la stella nascente che trova spazio nel PATA Yamaha WorldSBK Official Team. Toprak diventa un pilota factory e a Phillip Island vince la sua prima gara per la casa di Iwata. Il mondiale 2020 si chiude con nove podi e un’altra grande vittoria all’Estoril.

La stagione in corso è sotto gli occhi di tutti e ad Iwata ci hanno messo pochissimo per capire quanto il pilota turco sia prezioso. E’ recente infatti la proposta di rinnovo – accettata - per altri 2 anni in SBK. Questo è stato il primo colpo Yamaha nel 2021, in attesa di poter festeggiare magari qualcosa di ancor più importante…

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche