MotoGP, Bagnaia dopo la vittoria ad Aragon: "Gara incredibile, avevo tanta rabbia dentro"

ducati

Bagnaia racconta l'emozione del primo successo in MotoGP conquistato ad Aragon: "È stata una grande vittoria, mi sono emozionato quando ho visto la bandiera a scacchi. Sapevo di avere Marquez dietro, per questo ho iniziato a spingere come un matto già dal primo giro. Ho accumulato molta rabbia dentro per tutte le occasioni perse in questa stagione: guardavo i social network e vedevo tanti insulti, non è stato facile. Ma spesso è proprio nelle situazioni difficili che nasce qualcosa di buono"

HIGHLIGHTS DELLA GARA

Prima di quest’anno, Bagnaia non era mai andato a punti ad Aragon in 3 gare di MotoGP. Basterebbe questo dato per descrivere la grandezza dell’impresa di Pecco al Motorland, dove ha conquistato la sua prima vittoria in top-class. Un successo sudato, dopo un duello avvincente con Marc Marquez, fatto di continui sorpassi e contro-sorpassi negli ultimi giri. "È stata una grande vittoria, ho poco da dire – spiega Bagnaia –. Sapevo di avere Marquez dietro, per questo ho iniziato a spingere come un matto già dal primo giro. Gli ultimi quattro giri sono stati difficilissimi, non vedevo l’ora che terminassero, alla fine ce l’abbiamo fatta, è un’emozione incredibile. Non era scontato, non ero mai riuscito ad andare forte qui ad Aragon. Quest’anno invece dalle Libere 1 ha funzionato tutto bene, in qualifica abbiamo fatto un tempo super e poi abbiamo fatto una gara incredibile, il passo era infuocato. Sapevo che Marquez era un osso duro qui, è molto forte in piste sinistrorse e ha sempre dominato ad Aragon. Ma noi siamo cresciuti quest’anno nella lotta, per questo ho resistito quando ha iniziato ad attaccarmi".

"Ringrazio la mia ragazza, la abbraccerò forte"

vedi anche

Il duello Bagnaia-Marquez con il commento di Guido Meda

Dopo diverse gare sfortunate, Bagnaia conquista la sua prima vittoria in MotoGP e si riporta al secondo posto nella classifica del Mondiale, a distanza di 53 punti dal leader Fabio Quartararo: "Ho accumulato molta rabbia dentro per tutte le occasioni perse in questa stagione. Guardavo i social network e vedevo tanti insulti, non è facile. Ma spesso è proprio nelle situazioni difficili che nasce qualcosa di buono, infatti sono riuscito a vincere nella pista per me più complicata. Mi sono emozionato molto quando ho visto la bandiera a scacchi, è stato gustoso vincere dopo un duello così con Marquez. Sapevo che stando davanti Marc mi avrebbe attaccato alla fine, ma lasciarlo passare prima mi avrebbe complicato le cose. Voglio ringraziare la Ducati, l’Academy VR46, la mia famiglia e la mia ragazza: le mando un bacino, stasera la abbraccerò forte”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche