Moto3, GP Misano: vittoria di Foggia, podio italiano con Antonelli e Migno. HIGHLIGHTS

gp misano

Paolo Lorenzi

©Getty

Per la seconda volta in questa stagione il podio è tutto tricolore: vince Foggia davanti ad Antonelli e Migno. Caduta per Fenati mentre stava dominando con 3'' di vantaggio sugli avversari. Acosta 7° e ancora in difficoltà: Mondiale riaperto, con Dennis a -42. In corso la Moto2, alle 14 la gara di MotoGP. Tutto in diretta su Sky Sport Uno e Sky Sport MotoGP

MISANO, LA GARA DELLA MOTOGP LIVE

Regalata, forse, difesa con tenacia di sicuro. Dennis Foggia ha conquistato Misano e un podio storico con Antonelli e Migno al suo fianco. E’ festa grande in Romagna, il successo tricolore era nell’aria dopo le qualifiche, con quattro dei nostri a comandare. Ma resta il dispiacere per Romano Fenati, perfetto e incontenibile per quindici giri. In testa solitario, dopo una partenza fulminea, nessuno sembrava poter tenere il suo passo. Quando è caduto l’ascolano aveva tre secondi di vantaggio su Foggia. Errore grave, quando poteva amministrare.

 

L’avrebbe meritata Romano questa vittoria; il suo box è esploso, disperato, gelato, frastornato. Romano con la faccia da funerale è rientrato senza guardare in faccia nessuno. Troppo forte il senso di colpa. Sarebbe stata la seconda vittoria in tre gare, il quarto podio da Assen a oggi, la conferma di un talento rinato (anche grazie alle cure di Biaggi). Ma nulla toglie a quanto fatto da venerdì a oggi, il sogno di una corsa solitaria come piace a lui si è infranto per una distrazione, un’incertezza inspiegabile. “Un errore quando giri così forte può succedere. Rispetto però la sua bella gara e le prove impeccabili” ha detto Biaggi che ha abbracciato il suo pilota. Clima diverso nel box Leopard con Foggia che con il secondo successo consecutivo può riaccendere il campionato dove adesso è secondo a pari merito con Garcia e a 42 punti da Acosta incappato in un‘altra gara storta (dopo la scivolata di Aragon).

 

Il pilota della KTM ha perso il tocco magico, non vede il podio da quattro gare. A Misano ha corso di conserva, controllando Garcia che però gli è sempre stato davanti per chiudere infine in quarta posizione, tre posti davanti a lui. Ha navigato a lungo in decima posizione Acosta, regolato per molti giri anche da Stefano Nepa che ha chiuso infine nono. Tornando ai protagonisti: Migno s’è difeso bene, ha ceduto a due giri dal termine all’arrembante Antonelli che a metà gara ha rischiato di vanificare tutto con un lungo che l’ha ricacciato al settimo posto. Piano piano Niccolò ha recuperato fino mettersi in scia a Migno dopo essersi liberato di Masia e Garcia. Mentre Foggia dettava il ritmo e correva sicuro verso il traguardo. 

L'ordine d'arrivo della Moto3

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche