Moto3, GP Austin. I risultati della gara: vince Guevara, 2° Foggia, 3° McPhee. HIGHLIGHTS

gp austin

Paolo Lorenzi

©Ansa

Incredibile incidente in Moto3, con Migno e Acosta che non sono riusciti ad evitare la moto di Alcoba, finendo a terra a oltre 200 km/h. Per fortuna nessun pilota ha riportato conseguenze, un vero e proprio miracolo considerando la dinamica dello scontro. Deniz Oncu, che ha innescato la carambola, è stato sanzionato: non potrà correre a Misano e a Portimao. Dopo l'interruzione, il GP di Austin si è concluso con la vittoria di Guevara davanti a Foggia e McPhee

L'INCIDENTE DI AUSTIN: VIDEO E FOTO

Poteva finire in tragedia, ma qualcuno dall’alto c’ha messo una mano. La gara della Moto3 è stata interrotta due volte, per incidente, ma è stato il secondo il più drammatico, tanto da riportare la mente a quello di Jerez della settimana precedente dove aveva perso la vita Dean Berta Vinales nella gara della Supersport 300. Al terzo giro dopo la ripartenza Deniz Oncu in rettilineo ha tagliato la strada a Jeremy Alcoba, toccandogli la ruota anteriore. Manovra sconsiderata e pericolosissima che ha causato la caduta del pilota spagnolo. Alle sue spalle arrivano ad alta velocità Andrea Migno e Pedro Acosta che non sono riusciti ad evitare la moto di Alcoba. Il pilota turco, che ha innescato la carambola, è stato sanzionato: non potrà correre a Misano e a Portimao.

Incidente spaventoso, tutti i piloti illesi

L’incidente è stato spaventoso, i due piloti sono letteralmente volati in aria, mentre altri piloti arrivavano col rischio di colpire Alcoba rimasto sull’asfalto. Nessuno s’è fatto nulla, tutti i piloti coinvolti sono tornati al box sulle proprie gambe, incolumi ma scossi. Andrea Migno non ha trattenuto il suo sfogo: “Poteva essere una caduta mortale come a Jerez. Sono già morti tre piloti, cos’altro deve succedere prima che si prendano provvedimenti”. Andrea ha fatto capire che solo il caso ha impedito un epilogo peggiore. “Di manovre così ne succedono una valanga a ogni gara, speriamo che questo episodio spinga chi di dovere a cambiare qualcosa”. Passato lo spavento, restava da capire come concludere la corsa. La gara era stata accorciata dopo il primo incidente causato dalla caduta di Filip Salac portato via in barella. Al momento della prima interruzione Dennis Foggia scattato male al primo via era riuscito a rimontare fino al secondo posto mentre Pedro Acosta navigava più indietro. Guevara, tagliato fuori subito dopo il secondo via per problemi tecnici, è stato riammesso in classifica perché la direzione gara ha infine deciso di cancellare il secondo spezzone di gara. Classifica congelata quindi alla prima frazione. Il pilota del Team Aspar ha così potuto festeggiare una vittoria insperata. Contento anche Dennis Foggia che con il secondo posto ha recuperato dodici punti sul leader del mondiale Acosta, finito in ottava posizione. Mondiale riaperto a tre gare dalla fine con 75 punti in palio e trenta di differenza tra lui e il pilota romano.

Moto3, l'ordine di arrivo ad Austin

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche