MotoGP, GP Misano. Quartararo: "Se ho vinto il Mondiale, è anche grazie a Bagnaia"

#ELD1ABLO

Con la caduta di Bagnaia a Misano, Quartararo è diventato il primo francese nella storia a vincere il titolo in top class: "Quando ho capito che Pecco era caduto, ho pensato che non avrei voluto vincere così. Lo voglio ringraziare per essere venuto a farmi i complimenti in pit-lane a fine gara, è stato molto sportivo. Se ho fatto un anno così è anche grazie a Bagnaia che mi ha fatto spingere tanto". Poi uno sguardo generale alla stagione: "I momenti difficili mi hanno reso più forte"

FOTO. LA STAGIONE DI QUARTARARO

Con il quarto posto a Misano, Fabio Quartararo è diventato campione del mondo con due gare di anticipo. Decisiva la caduta di Bagnaia nel finale, quando Pecco era in testa. Il pilota Ducati sembrava destinato a centrare la sua seconda vittoria stagionale sul circuito intitolato a Marco Simoncelli, e invece la caduta ha consegnato il titolo nelle mani del "Diablo". Quartararo, al di là dell’errore di Bagnaia, ha compiuto una straordinaria rimonta: partito 15° dopo i problemi avuti ii qualifica sul bagnato, è risalito fino al 5° posto. Dopo la caduta di Bagnaia, è arrivato 4° al traguardo: "Quando ho capito che Bagnaia era caduto, ho pensato che non avrei voluto vincere così – le prime parole del pilota Yamaha al microfono di Sandro Donato Grosso –. Abbiamo fatto un’intera stagione davanti, qualcosa di incredibile, se ho fatto questo anno così è anche grazie a Pecco che mi ha fatto spingere tanto. Lo voglio ringraziare per essere venuto a farmi i complimenti in pit-lane a fine gara, è stato molto sportivo. Ho veramente un bel rapporto con lui, adesso ci godiamo le restanti due gare con meno tensione".

highlights

Bagnaia cade, Quartararo 4°: è campione del mondo

Quanto c’è della tua famiglia nel suo successo, nel tuo percorso da bambino a campione?

"Ringrazio la mia famiglia e i miei amici, che mi sono sempre stati vicini. La mia famiglia è stata molto importante. Ricordo quando andavo a fare le gare con mio papà e mio fratello, con mia madre che rimaneva da sola a casa, la ringrazio tutt’ora", dice mentre si commuove.

A proposito di momenti difficili: quando a Jerez hai finito la domenica, con quel problema al braccio… Come rivedi quel giorno?

"Quello era un giorno importante, non avevo più forza al braccio. Il giorno dopo sono subito andato a fare la visita per operarmi, avevo perso 25 punti, volevo tornare ancora più forte. I momenti difficili mi hanno reso più forte".

Bagnaia attende Quartararo in pit-lane per complimentarsi con il rivale francese - ©Getty

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche