MotoGP, Guidotti: "Con KTM grande intesa, obiettivo top 5"

MotoGp

La nuova avventura di Francesco Guidotti in KTM è iniziata: "Ci siamo capiti subito, parliamo la stessa lingua. Il gruppo è grande e affiatato. Obiettivi? Almeno uno dei piloti deve entrare nella top five per poter dire che abbiamo fatto una bella stagione. Non dobbiamo porci limiti"

KTM: "LA RICERCA DELLA PERFEZIONE INIZIA ORA"

Ex Pramac, Francesco Guidotti debutta nel Mondiale 2022 come nuovo team manager KTM: "Ho preso subito la decisione, dopo il primo confronto. Ci siamo capiti al volo, parliamo la stessa lingua, c'è stata una forte intesa. Da Ducati non ho ricevuto controproposte e non avrei comunque potuto ambire alla posizione che mi hanno offerto in KTM". "Le prime impressioni sulla squadra sono buone, ho già conosciuto quasi tutti: il gruppo è grande ed estremamente affiatato, si vede che lavorano insieme da tanti anni, si muovono in maniera automatica. Andrò spesso in Austria tra una gara e l'altra perché è un ambiente che mi piace, c'è grande entusiasmo e bisogna coltivare e condividere questo aspetto", aggiunge Guidotti nel giorno in cui vengono svelate le nuove moto del team.

"Non dobbiamo porci limiti"

"Puntiamo alle prime cinque posizioni. Almeno uno dei piloti deve entrare nella top five per poter dire che abbiamo fatto una bella stagione. Non dobbiamo porci limiti. Gli ultimi anni ci hanno fatto vedere classifiche corte, piloti con distacchi minimi tra qualifiche e gare, già questo fa rendere conto del livello che c’è. Il 6 marzo scatterà la prima gara e faremo piani più precisi".

"Moto bilanciata, semplice ed equilibrata"

KTM

Oliveira: "Ho la stessa voglia di vincere di CR7"

"La moto è molto bilanciata, semplice ed equilibrata, ma c'è da lavorare perché ci sono aree in cui possiamo migliorare. I due ufficiali sono piloti che hanno vinto delle gare: Binder ha vinto un Mondiale in Moto3 e sfiorato quello in Moto2 per una mancanza dal punto di vista tecnico, non di guida. Oliveira in Moto3 ha fatto cose importanti, in Moto2 si è giocato il Mondiale fino alla fine con Bagnaia. In alcuni periodi, specialmente l'anno scorso in motoGP, ha corso quasi da leader della classifica con prestazioni da pilota che può giocarsi il campionato".

"Fondamentali i dettagli"

"Da parte mia posso portare un po' di esperienza in un progetto così giovane. Loro hanno fatto bene i primi 5 anni, due anni hanno fatto un balzo in avanti importante diventanto davvero forti, ma via via che il progetto evolve e che si scalano le tappe avvicinandosi al grande obiettivo contano i dettagli".