Triumph Bonneville Speedmaster, il perfetto mix tra custom e hot rod

Motori
seconda_panoramica_TRIUMPH_Immagine

Dal gusto squisitamente a stelle e strisce, Triumph porta tanta tecnologia: cruise control e faro full LED, scopriamo insieme il nuovo modello della casa inglese

Ed ecco finalmente anche la Triumph Bonneville Speedmaster, l’unico modello della gamma Classic ancora legato a quello precedente di “Bonnie”. La nuova Speedmaster è una sintesi fra il mondo custom più classico e quello delle hot rod più muscolose e dinamiche: partendo dalla base tecnica della Bobber, Triumph ha realizzato un modello che piacerà a clientele potenzialmente diverse.

La Speedmaster è spinta dal bicilindrico fasato a 270° High Torque da 1.200cc, in questo caso nella versione già impiegata (appunto) sulla Bobber con 106Nm e 77cv, per un sostanzioso incremento prestazionale rispetto al modello precedente. Restano invariati naturalmente anche l’alimentazione ride-by-wire che offre il controllo di trazione disinseribile e – novità – il cruise control.

La ciclistica è praticamente sovrapponibile a quella della Bobber standard, con una coppia di cerchi da 16” sul cui anteriore però troviamo il doppio disco da 310mm con pinze flottanti Brembo a due pistoncini. La forcella è una KYB a cartuccia da 41mm, il comparto fari conta su un gruppo ottico anteriore full-LED da 5” con luci diurne e faro posteriore sempre a LED.

Particolarmente interessante la possibilità di rimuovere la sella passeggero e i relativi maniglioni, ottenendo una versione monoposto (con una particolare finitura del parafango posteriore realizzata da un apposito kit). Come per tutte le Classic, infatti, il catalogo di accessori è molto ampio con oltre 130 possibilità; per semplificare la vita agli appassionati, però, Triumph ha allestito due kit che danno vita a personalità differenti per la Speedmaster.

Il kit Highway, più turistico, offre borse laterali, parabrezza Touring, sella comfort per pilota e passeggero e diversi dettagli cromati. Il kit Maverick invece avvicina la Speedmaster alla Bobber, con sella singola marrone trapuntata, manubrio piatto, scarichi Vance & Hines e altri dettagli in nero, nonché il kit per eliminare il posto del passeggero di cui sopra.

La Speedmaster arriverà nelle colorazioni Jet Black, Cranberry Red, Fusion White/Phantom Black con doppia finitura dipinta a mano, ad inizio 2018. Prezzo ancora in via di definizione, che verrà presumibilmente dichiarato ad EICMA.

Powered by moto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche