27 ottobre 2017

Kawasaki Z900RS, un tuffo negli anni ‘70 per il prossimo modello

print-icon
kaw

Basata sulla recente Z900, si rifà ad una delle moto che ha segnato la storia del produttore nipponico. Vediamola insieme

Quest’anno, dopo lo stop alla distribuzione della W800, Kawasaki torna a cavalcare l’onda delle moto classiche con la nuova Z900RS. Basata sulla recentissima Z900, la versione RS si distingue per la forma a goccia del serbatoio, con la tipica colorazione bicolore, il codino ad unghia, la sella unica con impunture, trapuntata e con la cinghia d'appiglio per il passeggero.

Nuova poi la doppia strumentazione con fondello a ogiva, il faro rotondo a LED con la cornice cromata, e infine il manubrio tubolare cromato. I collettori cromati terminano in uno scarico singolo dalla linea particolarmente classica.

Se il telaio rimane quasi invariato, ciò che cambia è la fasatura di distribuzione che fa passare la potenza del motore da 948 cc  da 125 cavalli a 111 CV, guadagnando il controllo di trazione, assente sulla Z900.

Cambia l'avantreno con un differente impianto frenante con nuovi dischi da 300 mm e nuove pinze radiali. Le ruote da 17 pollici sono a razze, ma,  grazie al profilo molto sottile, ricordano quelle a raggi.

Powered by moto.it

I PIU' VISTI DI OGGI