Saleen S1, la rinascita arriva dalla Cina

Motori
saleen-s1-2

Il marchio americano che nei primi anni 2000 diede vita alla potente S7 ci riprova grazie ad una joint venture con la Jiangsu. Scopriamo insieme il nuovo progetto

La prima supercar prodotta da Saleen è stata la S7, ormai nel lontano 2000. Innovativa, con motore centrale da 550 CV, che poteva salire fino a 1000 a seconda del livello di elaborazione. La versione da pista S7-R aveva partecipato a vari campionati GT (ALMS, ELMS, Grand Am, FIA GT), vincendo la categoria GT1 alla 24h di Le Mans del 2006.

Saleen S7

Dopo i primi 10 anni di attività la Saleen chiuse i battenti a causa del fallimento del progetto S5. Ora la casa a stelle e strisce si rilancerà con la S1, grazie alla collaborazione con la casa cinese Jiangsu che dura dal 2009. La nuova supercar verrà prodotta in Cina, in uno stabilimento ultra produttivo (150.000 vetture ogni anno) e sarà la prima Saleen della nuova rinascita che, a quanto dicono i rumors, si completerà anche con berline, SUV e crossover.

La piattaforma della nuova S1 arriva da una vettura poco conosciuta, l’Artega GT, della casa tedesca ormai fallita Artega.
Il motore sarà un Ford 4 cilindri EcoBoost da 2.3 litri (come quello della Dallara Stradale) e sprigionerà una potenza di 450 CV e 577 Nm di coppia. La velocità massima sarà di 290 km/h, con un’accelerazione 0-100 in 4 secondi scarsi grazie al peso leggero.

Il nuovo gioiello americano verrà venduto in Cina e Stati Uniti a partire dall’estate 2018. Ma non finisce qui, è in arrivo infatti anche una corrispondente full-electric.

Powered by automoto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche