Nuova Porsche Cayenne, eccola in strada e nello sterrato

Motori

Proviamo su strada e nello sterrato la nuova Porsche Cayenne, sia nella versione S, sia la potentissima Turbo. Tra le motorizzazioni offerte dalla casa tedesca saranno disponibili anche il 4.0 V8 diesel e due versioni Plug-In Hybrid. Il prezzo di partenza è di 80.030 euro

Il debutto della nuova Cayenne non rappresenta solamente la prosecuzione di una storia di successo ma anche un momento importante per confermare, dopo Panamera, che Porsche è molto altro oltre la 911. Una vettura, quest'ultima, che rimane la primaria fonte di ispirazione di ogni modello Porsche anche se questa volta la sensazione è che Cayenne abbia più reinventato sé stessa che reinterpretato la star di casa. Certo elementi come le quattro ruote sterzanti o la dimensione delle ruote differenziata (dietro più larghe) si rifanno più alla 911 che alla Cayenne ma per quanto concerne stile e proporzioni questo modello inizia ad avere una propria identità che si è evoluta con l'introduzione di una linea di coda più filante e slanciata rispetto al passato.

Tutto nuovo anche sotto al vestito dove i tecnici di Zuffenhausen hanno introdotto la piattaforma modulare per motori longitudinali MLB già vista anche in altre produzioni del Gruppo Volkswagen, Audi e Bentley in particolare: un elemento, quest'ultimo, che porta con sé non solo "metallo" ma anche elementi elettronici e meccanici (tra cui le sospensioni a controllo elettronico) che permettono alla Cayenne di essere più comoda ma allo stesso tempo anche decisamente più prestazionale rispetto al passato.

Sviluppata attorno ad un passo di 289 cm la vettura è lunga 492 cm ed offre una cubatura del bagagliaio di 770 litri, ovvero 100 litri in più, che possono essere ampliati abbattendo gli schienali posteriori (60/40 con porticina). Degna di nota la presenza del sistema che permette di alzare o abbassare la coda di 6 cm (da 76 a 70) a tutto vantaggio di un posizionamento più favorevole della soglia di carico.

Gli interni

Gli interni alla stregua degli esterni si sono evoluti nel segno della continuità ma anche della ricerca tecnologica: al centro della plancia spicca uno schermo da 12,3" mentre ai lati del contagiri analogico spiccano due schermi da 7" ricchi di informazioni relative allo status della vettura o dei sistemi multimediali di bordo. Tra le novità anche i tasti a sfioramento mentre tra le conferme alcuni elementi che hanno sempre fatto la differenza tra Panamera e Cayenne come i maniglioni di ispirazione fuoristradistica ancorati al tunnel centrale.

I motori

Tre i motori disponibili al lancio, ai quali si aggiungeranno presto anche il 4.0 V8 diesel e una/due versioni Plug-In Hybrid (S e Turbo): Cayenne standard (3.0 V6, 340 cv) Cayenne S (2.9 V6 440 CV) e Cayenne Turbo, forte di 550 cv e 770 Nm di coppia massima. Tre motori a benzina pensati per lavorare con un cambio ad 8 marce, che a differenza di Panamera non è a doppia frizione ma a convertitore di coppia, ed un sistema di trazione integrale meccanico controllato elettronicamente in grado di assicurare discrete prestazioni anche fuoristrada: gli ambienti polverosi sono sempre stati relativamente graditi a Cayenne ma in questa terza generazione lo sono ancora di più visto che i nuovi ammortizzatori (+60% d'aria nelle camere) vantano capacità di regolazione ed escursione sconosciute ai modelli precedenti.

I freni

Tra le novità tecniche anche un impianto frenante che si va ad interporre tra i normali set con dischi in ghisa ed i più performanti carboceramici delle versioni più potenti: si tratta di un sistema con dischi rivestiti superficialmente al carburo di tungsteno che sfrutta pinze a 10 pompanti in grado di assicurare un livello di performance eccellente in relazione all'aumentata durata dei materiali d'usura, ben il 30% in più rispetto ad una soluzione tradizionale.

I prezzi e le prestazioni

In listino a 80.030 euro la nuova Cayenne offre una guidabilità migliorata rispetto a quella già di per sé ottima della precedente generazione: la nuova piattaforma con le sospensioni a controllo elettronico gestisce in modo eccellente i movimenti del corpo vettura tanto che alla guida della Cayenne l'impressione è quella di essere a quasi bordo di una normale berlina quanto a caratteristiche di guida. Quello che cambia è semplicemente l'altezza da terra della seduta che offre alcuni vantaggi anche per quanto concerne la facilità di scendere o salire dalla vettura.
Notevoli le prestazioni per tutte le motorizzazioni: certo, i 340 cv della Cayenne standard sono pochi in relazione alle capacità tecniche di questo telaio, ma già con i 440 cv della versione S si possono ottenere prestazioni da vera sportiva con tanto di sound estremamente piacevole e sportivo. Poderosa la spinta del V8 turbo: 550 cv sono roba da sportiva più che da SUV e le prestazioni viaggiano di pari passo: qualche anno fa sarebbe stato impossibile pensare ad una sport utility vehicle in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 3,9 secondi con tutta questa facilità.
Un vettura "totale", insomma, veduta il cui listino parte da 80.030 euro ma tocca 97.958 euro nel caso della Cayenne S e 145.666 euro per la Turbo.

Powered by automoto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche