Triumph Bonneville Bobber Black 2018

Motori

Il motore bicilindrico 1200 conquista con una coppia esagerata. Ha un’autonomia limitata ma questo è anche il suo bello

Triumph sforna la muscolosa Bonneville Bobber Black, la sorella cattiva della Bobber che già conosciamo (e che resterà in catalogo). Mantiene tutti i punti di forza, ma la rende ancora più ignorante con un bel po’ di ritocchi, in particolare nella zona frontale.

Iniziamo dalle livree: la Bobber Black sarà disponibile nel classico Jet Black o in Matt Jet Black, variante opaca più moderna, con prezzi da 14.350 euro e tagliandi previsti ogni 15.000 km.
La base tecnica rimane in gran parte condivisa con la sorella Bobber: il motore è infatti il bicilindrico parallelo High Torque da 1200 cc, con fasatura a 270° e con una potenza di 77 cavalli a 6.100 giri.

Le prime differenze si hanno nello scarico, che ora sfoggia una nuova unità a doppia camera con silenziatori a cerbottana e taglio a fetta di salame. Il catalizzatore è nascosto fra i collettori. L’acceleratore è ride-by-wire con due mappature (Road e Rain) e il controllo di trazione è disinseribile. Arriva poi il cruise control, azionabile con un solo pulsante sul blocchetto elettrico sinistro. Abbiamo una nuova forcella Showa a cartuccia con steli da ben 47 mm (41 sulla Bobber), con 90 mm d’escursione, che accoglie un inedito pneumatico 130/90 anteriore da 16 pollici (19 sulla standard). Invariata la sospensione posteriore, con mono-ammortizzatore progressivo e forcellone a gabbia oscillante, che simula la tipica linea hardtail.

Si toccano i piedi che è un piacere (690 mm separano il sedere dal terreno), il motore scalda poco e le sospensioni, pur con poca escursione, sono oneste nell’assorbire i colpi. Il motore di 1200 non è un mostro di potenza, ma ha coppia a vagonate. Riprende con qualsiasi marcia da meno di 2.000 giri, ha un sound pacato ma deciso e un cambio a 6 marce molto morbido e preciso.

Un difetto? L’autonomia del piccolo serbatoio da 9,1 litri. La Bobber non consuma tanto, ma dopo 160 km di guida è meglio iniziare a cercare un benzinaio.

Powered by moto.it

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche