Yamaha Motor Global Press Première: tutte le novità del 2019

Motori
Yamaha
Yamaha_YZF-R1_GYTR_2019

Presentati i modelli del prossimo anno di moto e scooter della Casa giapponese, all'interno dell'annuale appuntamento Yamaha Motor Global Press Première

DUCATI WORLD PREMIERE: TUTTE LE NOVITA' DEL 2019

L'attesa è finita: a tre giorni dall'apertura ufficiale di EICMA (in programma dall'8 all'11 novembre alla Fiera di Milano) a Milanosi è svolta la Yamaha Motor Global Press Première, in cui la Casa motociclistica giapponese ha svelato tutte le sue novità del 2019 per moto e scooter, oltre ad alcuni concept futuristici. L'evento ha inaugurato ufficialmente la settimana più attesa dell'anno per gli amanti delle due ruote. Leitmotiv della serata, in cui sono stati presentati i nuovi modelli 2019 e analizzate tutte le loro caratteristiche tecniche, il claim Yamaha "Keep on REVVING", a sottolineare la passione per la velocità, la continua ricerca dell'emozione e la propensione alla scoperta e al viaggio del brand giapponese.

3CT

Questo prototipo conferma che la direzione futura del design Yamaha manterrà la formula già collaudata con Tricity, con la leggerezza e la facilità d'uso come obiettivi principali, aumentando le prestazioni per ottenere velocità massime più elevate, e un dinamismo più spinto. In questo modo si potrà lavorare su una gamma più ampia, permettendo anche i viaggi su distanze più lunghe nell'ambiente urbano, ma mantenendo l'agilità di Tricity nel traffico. Per aumentare il comfort negli stop and go del traffico 3CT è equipaggiato con un sistema Tilt Lock Assist, che aiuta il pilota a fermarsi mentre lo scooter rimane in posizione eretta. Nuovo motore Blue Core da 300 cc.

 

X MAX IRON MAX

Tra le nuove caratteristiche di XMAX IRON MAX lo speciale disegno della sella con schienalino passeggero integrato, le pedane pilota in alluminio, il profilo cromato del tachimetro e la lente fumé della luce posteriore. L'ampio ed ergonomico retroscudo dei modelli XMAX IRON MAX è arricchito da inserti in pelle, mentre la colorazione Sword Grey della carena è decorata con nuovi loghi. Per il 2019 TMAX DX, TMAX SX e TMAX SX Sport Edition saranno disponibili con nuove livree, mentre i modelli TMAX e XMAX manterranno i colori attuali.

 

YZF-R3

Il cuore della YZF-R3 è un bicilindrico frontemarcia da 321 cc a 4 tempi e raffreddato a liquido, doppio albero a camme in testa, con 4 valvole per cilindro e l'iniezione elettronica. Il motore di YZF-R3 eroga una potenza sempre gestibile, grazie alla più evoluta tecnologia della combustione, ai pistoni forgiati in alluminio e ai cilindri con offset inalluminio DiASil. Telaio leggero in acciaio ad alta resistenza con un design semplice, che incorpora il basamento motore come elemento stressato strutturale. Il lungo forcellone asimmetrico ha un design che assicura un'efficace trasmissione di potenza alla ruota posteriore, mentre la sospensione posteriore Monocross è dotata di un ammortizzatore KYB regolabile in precarico. YZF-R3 è agile e reattiva, grazie a elementi come la nuova forcella a steli rovesciati, la nuova piastra di sterzo, i cerchi in alluminio a 10 razze, il freno a disco anteriore con una pinza flottante a due pistoncini, l'altezza della selladi 780 mm e una distribuzione dei pesi anteriore-posteriore prossima al 50-50. Tra le altre novità: forcella a steli rovesciati e piastra di sterzo in alluminio tipo R-Series, cupolino aerodinamico e inedito design dello schermo, nuovo design del serbatoio e manubrio ribassato.

 

YZF-R125

Con il design più dinamico e adrenalinico che sia mai stato creato con il DNA R-Series, la nuova YZFR125 è la supersport da 125 cc più avanzata mai sviluppata da Yamaha. Il nuovo ed evoluto motore da 125 cc con valvole ad attuazione variabile assicura accelerazioni più decise e una banda più ampia di potenza, dai bassi agli alti regimi. A questo si aggiungono, tra gli altri elementi, il telaio Deltabox con geometria ottimizzata, il layout ergonomico e il look aggressivo ispirato a YZF-R1 (che comprende il cupolino grintoso e aerodinamico e una strumentazione "rubata" alla MotoGP), l'evoluta frizione antisaltellamento, il serbatoio da 11 litri, il manubrio con una posizione più aperta e la doppia sella, ridisegnata e imbottita con uno strato di schiuma più spesso.

 

NIKEN

Dotata di una serie di equipaggiamenti speciali, amplia il raggio d'azione della moto all'esigenza touring su lunga distanza. Caratteristiche esclusive NIKEN GT: schermo alto, sella comfort, manopole pilota riscaldate, borse laterali semi rigide da 25 litri in ABS, portapacchi con maniglie passeggero integrate, cavalletto centrale, seconda presa da 12 v, livree e verniciatura steli forcelle dedicati.

 

XSR700 XTribute

Oltre 40 anni fa Yamaha ha presentato XT500, una monocilindrica a 4 tempi raffreddata ad aria: le sue caratteristiche principali erano semplicità del design, potenza gestibile e grande versatilità. XSR700, con la livrea ispirata a XT e il classico look da scrambler, rispetta la personalità di XT e rende omaggio a una moto iconica. Tra gli elementi chiave: colori e grafiche "1981", manubrio off-road e pedane maggiorate, pneumatici tassellati, speciale sella piatta e soffietti forcella, infine strumentazione, comandi e cover radiatore neri.

 

Ténéré 700

Le radici del Ténéré risalgono al lancio del modello enduro-adventure XT500 nel 1976. Nel 1983 Yamaha presentò XT600Z, che divenne la prima moto Adventure Yamaha a portare il nome Ténéré, una parola tuareg che significa "deserto" o "luogo selvaggio". All'epoca questa gamma era in continua evoluzione: alla fine degli anni '80 vide il lancio della bicilindrica XTZ750 Super Ténéré, seguita all'inizio degli anni '90 dalla monocilindrica XTZ660 Ténéré. Spinto dal bicilindrico fronte marcia CP2 da 698 cc, oggi Ténéré 700 si presenta con un nuovo e leggero telaio a doppia culla in acciaio, siloetta snella, compatta ergonomica, frontale in stile rally con quattro fari a LED, forcella regolabile a lunga escursione con steli rovesciati da 43 mm, ammortizzatore posteriore regolabile da remoto, strumentazione da rally e manubrio a sezione conica, cerchio anteriore a raggi da 21 pollici e posterire da 18 pollici, serbatoio sciancrato da 16 litri, compatta strumentazione multi funzione in stile rally, ABS disinseribile.

 

YZF-R1 GYTR 2019

Yamaha celebra il 20esimo anniversario di YZF-R1 con una YZF-R1 preparata per la pista con equipaggiamento GYTR, e livrea della moto che ha vinto la 8 ore di Suzuka. La dotazione principale GYTR su YZF-R1 GYTR comprende l' impianto elettrico racing, ECU, CCU e quick throttle. Questa racer esclusiva monta all'anteriore il performante gruppo forcella Öhlins FGRT 219, l'ammortizzatore posteriore TTX36 GP e l'ammortizzatore di sterzo regolabile, oltre allo scarico in titanio Akrapovič Evolution 2. Per preservare la moto, sono presenti protezioni Gilles Tooling per il carter motore e per i mozzi. La moto prevede anche l'adozione di componenti racing non prodotti da Yamaha, selezionati e montati in collaborazione con i tecnici racing dell'Official Yamaha Racing Team. Tra questi la carena integrale racing in carbonio, con l'iconica livrea della 8 ore di Suzuka. Dopo l'assemblaggio vengono effettuate una prova al banco con freno dinamometrico per il motore e una messa a punto specifica per il telaio. Verranno prodotti solo venti esemplari di questa moto, uno per ogni anno i cui YZF-R1 ha tracciato la strada nel mondo superbike. Il modello in mostra all'EICMA è un prototipo, i clienti avranno accesso alla moto finale con tutte le specifiche e conosceranno il prezzo verso metà di dicembre.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche