user
07 novembre 2018

SBK 2019. Honda rilancia in Superbike per il 2019

print-icon
sup

Honda in Superbike nel 2019 (Foto: Twitter)

Honda HRC cambia quasi tutto in vista della nuova stagione del World Superbike. Stop alla collaborazione con il team olandese Ten Kate ed impegno crescente con la struttura italiana Althea e l'engineering di fiducia Moriwaki. Piloti Camier e Kiyonari

Un altro tassello va a comporre il mosaico della stagione 2019 del World Superbike. Dopo BMW che ha annunciato i programmi con il team SMR e i piloti Sykes e Reitenberger in sella alla nuovissima S1000RR è la volta di Honda. L'HRC affiderà nella prossima stagione le due CBR1000 RR Sp2 in livrea Red Bull al team Althea - Moriwaki, nato dalla collaborazione tra la struttura italiana e l'engineering giapponese, storico partner della casa di Tokio. Termina quindi il rapporto di collaborazione pluriennale tra la struttura olandese Ten Kate e Honda.

In sella alle CBR - certamente seguite più da vicino da HRC - oltre al confermato Leon Camier ci sarà Ryuichi Kiyonari, vecchia conoscenza del mondiale SBK dove ha corso nel 2008-2009 (tre vittorie e sei podi per lui) e tre volte vincitore del prestigioso campionato inglese BSB, oggi impegnato con Honda Moriwaki nell'All Japan Superbike.

Camier: “Sono davvero entusiasta, è un’enorme opportunità ed è estremamente entusiasmante. Per HRC è incredibile tornare nel World Superbike e non vedo l’ora di cominciare. Il livello del WorldSBK è molto alto, molto più di quanto la gente possa immaginare, Rea ha alzato l’asticella. Il nostro obiettivo è quello di migliorare e di avvicinarci a Kawasaki, abbiamo bisogno di essere competitivi già dai test. È una nuova squadra con molte cose da mettere insieme, quindi c’è tanto lavoro da fare. Sento che c’è il potenziale per poter salire sul podio”.

Kiyonari: “Prima di tutto sono sorpreso del fatto che HRC sia tornato in Superbike e poi sono sorpreso del fatto che HRC abbia chiamato me. Sono passati 10 anni da quando ho corso in SBK, sono molto felice di essere parte di questo grande progetto. Ho due anni di esperienza nel WorldSBK, 2008 e 2009, ed è molto competitiva. Non è facile essere tra i primi sei, ma abbiamo una buona moto ed una buona squadra, se riusciamo a fare un buon lavoro spero di ottenere bei risultati”.

A questo punto del mercato abbiamo sono ufficiali: Rea e Haslam in Kawasaki factory/Provec, Davies sempre in Ducati Aruba.it (con le nuove attesissime Panigale V4 R) affiancato da Bautista in arrivo dalla MotoGP, Sykes new entry in BMW (team SMR ex Aprilia) con Raitenberger con le nuove S1000RR, Yamaha con i confermati Lowes e Vd. Mark sulle R1 factory, Kawasaki Puccetti con il talento di Razgatlıoğlu.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi