Africa Eco Race: vince Jensen, Botturi controlla

Motori

Il pilota Yamaha gestisce su Ullevaseter, tappa 9 al compagno di squadra del due volte vincitore l'Africa Eco Race. Tre italiani nei primi cinque: Agazzi è terzo, Cipollone quinto

Alessandro Botturi continua la propria gara perfetta all'Africa Eco Race. Ieri si è disputata la Amodjar-Amodjar di 482 km, con la difficile e temuta ss9 di Chinguetti: il pilota lumezzanese non ha voluto strafare è si è lasciato prendere già al chilometro 17 da Ullevalseter, senza spingere più di tanto. Il pilota Ktm ha fatto il possibile per mettere in difficoltà il rivale, ma Botturi ha tenuto il passo, pur ammettendo che invece la navigazione era difficile: «C'erano anche 30 chilometri di dune tra una nota e l'altra – esordisce Botturi indicando il road book appena arrivato al bivacco- era davvero impegnativo. Abbiamo incontrato difficoltà sia io che Pal, ma sinceramente non avevo nessun interesse a darmi particolarmente da fare per tenere un ritmo alto». Ullevalseter dal canto suo esterna rassegnazione, ma una speranza di ribaltare il risultato rimane viva in lui: «Botturi è troppo veloce – sintetizza-, per quanto io mi impegni credo che quest'anno la vittoria andrà in Italia. Domani però la tappa sarà lunga, vediamo». Il pilota Ktm in classifica precede Agazzi, che anche oggi ha aggiunto minuti di margine sul quarto in classifica. Grazie al ritiro di tappa di Martin Benko e a un ottimo secondo posto in speciale, ora il pilota Honda ha 21'13” su Jensen, vincitore della tappa. Al giovane compagno di squadra del due volte vincitore all'Africa Eco Race è bastato spingere a massimo sulle tracce dei primi in classifica per portare a casa la vittoria parziale.

Le soddisfazioni per gli italiani non finiscono con Botturi e Agazzi: Cipollone conquista un sesto posto di tappa e guadagna due posizioni nella generale, ora è quinto. Il buon risultato sarebbe potuto addirittura migliorare se il torinese non avesse preso penalità per un limite di velocità superato in trasferimento. Continua anche la bella gara di Franco Picco: anche oggi 4 posizioni guadagnate per il pilota tre volte a podio nella Dakar, a podio virtuale nella +450.

Infine esce dalla gara Guillaume Vidal, per una caduta nella quale la sua Ktm ha anche preso fuoco. Il francese è stato soccorso dall'elicottero e trasportato all'ospedale di Nouakchott con una sospetta frattura a una gamba.

Tra le auto vittoria per Gerard-Delacour (Optimus), sempre in testa alla generale Strugo-Borsotto. Tra gli italiani due posizioni guadagnate per Rossi-Marcon (34esimi), mentre sia Ceci-Bioli che Scandola-Scandola non hanno completato la tappa. Nei truck mantengono il primo posto Jacinto-Marques-Cochinho.  

I più letti