Superbike, test Jerez: Lowes davanti a tutti nel Day-1

Motori

Primo giorno di test Superbike del 2019 a Jerez con quattro Yamaha nella top ten. Miglior tempo di Lowes con il “campionissimo” Rea staccato di soli 8 millesimi. Kawasaki anche in terza e quarta posizione grazie alle ottime prestazioni di Haslam e Razgatliouglu. Qui tutti i tempi

Alla vigilia della prima sessione di test invernali Superbike del nuovo anno era difficile non pronosticare ancora una volta Jonathan Rea davanti a tutti. Anche questa volta il fenomeno della Kawasaki ci è andato vicinissimo. Solo 8 millesimi lo separano dalla Yamaha di Lowes, primo di giornata con il tempo di 1.40.442, staccato al 67^ di 77 giri compiuti oggi. Molto bene le R1, tutte, sia quelle seguite dalla crew Crescent sia quelle dell’esordiente, nella top class del mondiale delle derivate di serie, GRT. Van der Mark è quinto a 6 decimi dal compagno, leader dei tempi di oggi. Melandri e Cortese, alla seconda apparizione in sella alle R1 SBK del GRT, sono rispettivamente sesto a 0.677 e settimo a 0.761.

Kawasaki piazza il solito Rea come detto a un’inezia dalla vetta (solo 40 giri per il 4 volte campione del mondo), ma a sorprendere sono soprattutto Haslam terzo a meno di mezzo secondo da Lowes e Razgatliouglu, quarto con la ZX10RR schierata dal team Puccetti a 0.559 dalla vetta.
Le Ducati, con le attesissime Panigale V4 R chiudono la giornata con Davies nono a quasi un secondo dalla testa e con Bautista decimo a 1’.4’’. Le altre due V4 bolognesi affidante ai team indipendenti Go Eleven e Barni Racing sono rispettivamente 14^ con Laverty (ma per lui si trattava di uno shake down) e 18^ con Rinaldi (equipaggiato con sospensioni Showa per la prima volta). Da rilevare come non ci siano tempi per le BMW di Sykes e Reiterberger che hanno girato senza transponder, quindi il confronto con gli avversari è rimandato a domani (forse).

Da rilevare anche la presenza della Honda RC213V del test team HRC portata in pista dal test rider Bradl. Il suo tempo, 1:41,378, lo colloca all’ottavo posto di giornata, staccato di 0.928 da Lowes. Difficile fare una comparativa, detto che Jerez storicamente è una pista dove le prestazioni delle due categorie regine tra prototipi e derivate di serie sono molto vicine.

I riferimenti cronometrici di oggi sono relativamente significativi perché, al di là della temperatura piuttosto bassa, la pista era molto sporca a seguito dei lavori di riasfaltatura appena terminati. Domani si ritornerà a girare per la seconda giornata, poi tutti a Portimao per l’ultima sessione di test in Europa.

Classifica dopo la prima giornata di test a Jerez

I più letti